Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

In Bielorussia bloccati conti bancari dell'oppositrice Svetlana Tikhanovskaya

© Sputnik . Viktor Tolochko / Vai alla galleria fotograficaCandidata alle presidenziali in Bielorussia, Svetlana Tikhanovskaya
Candidata alle presidenziali in Bielorussia, Svetlana Tikhanovskaya - Sputnik Italia, 1920, 05.04.2021
Seguici su
La banca statale bielorussa ha bloccato i conti correnti della leader dell'opposizione ed ex candidata alla presidenza Svetlana Tikhanovskaya, motivando la decisione con le misure per congelare i conti delle persone incluse nell'elenco dello Stato delle persone coinvolte nel terrorismo, ha riferito lo staff del politico oggi.
La scorsa settimana il Kgb della Bielorussia (servizi segreti interni - ndr) ha aggiornato sul suo sito web l'elenco di persone coinvolte nel terrorismo. Secondo il documento, 18 persone sono state incluse nell'elenco aggiornato sulla base delle accuse di tentato terrorismo, tra cui Svetlana Tikhanovskaya, partita per la Lituania dopo le elezioni presidenziali. Lunedì anche il politico d'opposizione Pavel Latushko e il noto blogger Anton Motolko, che ha lasciato la repubblica dopo le elezioni, sono entrati nella lista ed hanno annunciato il blocco dei loro conti correnti nelle banche bielorusse.
"I conti bancari di Svetlana Tikhanovskaya in Bielorussia sono bloccati", ha detto l'ex candidata in un messaggio sul suo canale Telegram.
Si rileva che la stessa Tikhanovskaya si è rivolta alla banca bielorussa per scoprire perché il suo deposito è stato bloccato.
Secondo quanto comunicato, le è stato detto che è stato fatto "nell'ambito delle misure per congelare i fondi delle persone incluse nell'elenco dei soggetti coinvolti in azioni terroristiche".
"L'unico accredito arrivato su questo conto di recente è stato un sussidio sociale per il figlio disabile sotto i 18 anni pari a 223 rubli bielorussi al mese (84,5 dollari americani)".

Crisi politica in Bielorussia

La Bielorussia è entrata in una prolungata crisi politica dopo che Alexander Lukashenko si è assicurato il suo sesto mandato con la vittoria alle elezioni presidenziali del 9 agosto. L'opposizione non ha riconosciuto i risultati, sostenendo che il vero vincitore uscito dalle urne fosse Svetlana Tikhanovskaya.
I Paesi occidentali si sono rifiutati di riconoscere la vittoria di Lukashenko e hanno imposto sanzioni a dozzine di funzionari bielorussi per presunti brogli elettorali e repressione dell'opposizione, scesa ripetutamente in piazza per contestare l'elezione di Lukashenko.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала