Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ecco tutti gli scenari per l'estate: incubo chiusure se si diffonde la variante sudafricana

© Sputnik . Evgeny UtkinAl mare in Italia
Al mare in Italia - Sputnik Italia, 1920, 05.04.2021
Seguici su
Con il recupero dei ritardi nella campagna vaccinale si preannuncia un'estate di riaperture e libera circolazione. Ma c'è l'incognita della diffusione delle varianti che resistono al vaccino.
Mentre la Gran Bretagna annuncia l’uscita dal lockdown con la vaccinazione di oltre 36 milioni di persone e il numero dei decessi al minimo, ci si interroga su come sarà la prossima estate.
In Italia è possibile che le misure restrittive inizino ad essere allentate a partire dalla fine di aprile se la curva dei contagi lo consentirà e se si raggiungerà l’obiettivo dell’immunizzazione di tutti gli over 70. Dall’andamento della campagna vaccinale dipenderanno gli scenari per i mesi estivi.
Secondo il Messaggero, se ai 10 milioni di italiani già vaccinati si aggiungessero entro maggio altri 25 milioni di cittadini immunizzati, si arriverebbe, calcolando anche la percentuale di coloro che hanno contratto l’infezione, all’immunizzazione della metà della popolazione.
In uno scenario di questo tipo si potrebbero prevedere riaperture sostanziali già da giugno.
Il “passaporto vaccinale” che l’Ue vorrebbe introdurre nello stesso mese garantirebbe spostamenti sicuri e la ripresa dei viaggi sia in Italia che all’estero. Per ora si registra un’esplosione di prenotazioni per le case vacanza nel nostro Paese. Segno che il turismo domestico è pronto a ripartire dopo lo stop provocato dai mesi di restrizioni.

Tutti gli scenari per la prossima estate

Nella migliore delle ipotesi, quindi, secondo Il Messaggero, una fetta consistente di popolazione vaccinata, che dovrebbe andare dal 50 al 60 per cento, permetterebbe un ritorno alla semi-normalità, con un progressivo allentamento delle limitazioni.
Un altro scenario che darebbe semaforo verde alle riaperture, il più probabile, è quello che prevede il recupero dei ritardi nelle vaccinazioni, nonostante la diffusione maggioritaria della variante inglese, che consentirebbe di abbassare drasticamente il numero dei casi e di tornare alla vita normale, pur con le dovute precauzioni.
Ma c’è anche un terzo scenario, che però preoccupa gli esperti. È l’ipotesi della diffusione su larga scala di una delle varianti che sfuggono al vaccino, come la sudafricana o la “Eek” che rischierebbe di vanificare gli sforzi di questi mesi e riaprirebbe le porte a nuovi lockdown.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала