Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

WWF, orsa Amarena ha attraversato l’Autostrada dei Parchi con 4 cuccioli

© Foto : ViralHogRussia, orso caccia il drone
Russia, orso caccia il drone - Sputnik Italia, 1920, 04.04.2021
Seguici su
L'orso marsicano attraversa l'autostrada come nulla fosse con i suoi quattro piccoli, mettendo a repentaglio la vita dei quattro piccoli su di una strada a scorrimento veloce.
Il WWF Italia ha dato notizia dell’attraversamento da parte dell’orsa Amarena e dei suoi quattro cuccioli dell’Autostrada dei Parchi all’altezza di Carrito.
L’associazione ambientalista in un comunicato stampa ha scritto che la zona è già nota per gli attraversamenti di animali selvatici e la stessa orsa Amarena a ottobre 2017 era stata già segnalata in attraversamento nel medesimo tratto.
“Questa porzione di territorio rappresenta un importante e ben noto corridoio di collegamento tra il Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise e quello Regionale Sirente Velino, fondamentale per garantire all’Orso bruno marsicano la possibilità di espandere il proprio areale e trovare nuovi territori idonei alla sopravvivenza”, si legge nella nota del WWF Italia.
L’associazione ambientalista ricorda anche che sono incorso degli sforzi a livello nazionale da parte delle istituzioni per risolvere il problema con il coinvolgimento degli enti territoriali, tuttavia E le barriere autostradali sono insufficienti e inadeguate a impedire il passaggio di un grande carnivoro come l’orso e nulla nel tempo è stato fatto per garantire la sicurezza necessaria. Le autostrade consentono una percorrenza veloce la quale, per sua natura, richiede che vengano garantiti elevati standard di sicurezza”.
Il WWF si domanda quando è che verranno presi provvedimenti per garantire la sicurezza delle persone e degli animali, ricordando che sulla Roma-L’Aquila vi fu un incidente mortale (25 aprile 2013) che coinvolse un orso e in precedenza un autocarro nella notte del 2 maggio 1991 uccise un orso nei pressi del casello di Cocullo.

Intanto gli automobilisti pagano il pedaggio

“Le autostrade A24 e A25 attraversano territori fondamentali per la fauna selvatica protetta da normative nazionali e internazionali; la gestione non può esimersi da questa responsabilità. Non si può inoltre accettare che, a fronte di un pedaggio corrisposto dagli utenti, l’Autostrada cosiddetta “dei Parchi” continui a ignorare le caratteristiche e le priorità del territorio regionale e a ritardare investimenti necessari ad adottare misure di prevenzione, mitigazione e compensazione in grado di rendere la percorrenza più sicura sia per gli automobilisti che per gli animali e compatibile con l’habitat circostante”, lo ricorda ancora il WWF nel suo comunicato.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала