Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

1,4 miliardi spesi per la tavola di Pasqua, molti gli ordini online - Coldiretti

Pranzo - Sputnik Italia, 1920, 04.04.2021
Seguici su
Pubblicato l'annuale bilancio della Coldiretti sulle cifre spese dagli italiani per la Pasqua, si nota un trend di crescita rispetto all'anno precedente ma l'Italia è ancora in crisi.
Il bilancio annuale della Coldiretti sui consumi degli italiani per la Pasqua mostra dei dati incoraggianti per il periodo di crisi.
Infatti, come mostra il report, gli italiani quest'anno hanno speso 1,4 miliardi di euro per le tavole di Pasqua, un aumento del 15% rispetto all'anno scorso, nonostante siano cifre ben al di sotto delle medie degli altri anni, legato principalmente alla chiusura delle attività di ristorazione e alle restrizioni sugli spostamenti dettati dalla crisi pandemica.
Similmente al 2020, anche la Pasqua 2021 è stata da molti italiani (l'88%, ovvero 9 italiani su 10) celebrata in casa in piccoli nuclei, e ben 2,5 milioni hanno passato le festività in solitudine, ha spiegato la Coldiretti. Soltanto il 10% delle persone ha approfittato delle deroghe per uscire di casa.
Visto il divieto del servizio al tavolo per tutti i punti di ristoro, molti ristoranti si sono adattati e hanno fatto ricorso agli ordini e alle consegne online, settore che nell'ultimo anno ha registrato un aumento del 19%, pari a 706 milioni di euro.
Un grande aiuto per moltissime attività su tutto il territorio, che "si sono impegnate a consegnare il pranzo pasquale direttamente nelle case", ha sottolineato Coldiretti.
"Tuttavia, ci sono anche 5,6 milioni di italiani in povertà assoluta, costretti a chiedere aiuto per mangiare in queste feste di Pasqua, 1 milione in più rispetto allo scorso anno", ha spiegato l'istituzione, citando dati dell'Istat.
Tra i nuovi poveri del paese ci sono piccoli commercianti e artigiani che hanno dovuto chiudere le proprie attività, molti lavoratori a tempo determinato o con attività che sono state fermate dalla limitazioni governative, e molti che hanno perso il lavoro.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала