Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Spionaggio, Walter Biot rifiuta di testimoniare: "deve raccogliere le proprie idee"

© Foto : © Agenzia Nova / Marco MinnaUna macchina dei carabinieri
Una macchina dei carabinieri - Sputnik Italia, 1920, 01.04.2021
Seguici su
Il capitano di fregata della Marina militare italiana Walter Biot arrestato con l'accusa di spionaggio ha rifiutato di testimoniare al primo interrogatorio, riferisce l'agenzia Askanews.
Secondo quanto riportato dall'agenzia, l'avvocato dell'ufficiale Roberto De Vita ha fatto sapere che il suo assistito ha bisogno di "tempo per raccogliere le proprie idee".
"Sono frastornato e disorientato, ma pronto a chiarire la mia posizione", ha detto Biot al giudice delle indagini preliminari, riferisce Askanews.
Inoltre, l'avvocato ha presentato istanza di arresti domiciliari.
La Procura di Roma ha disposto la custodia cautelare in carcere del sospetto. La decisione definitiva sulla domanda deve essere presa dal gip.
Al momento Biot si trova nel carcere Regina Coeli di Roma.

Le tappe della vicenda

Martedì, i carabinieri del Ros hanno fatto scattare le manette per due uomini, che sarebbero accusati di spionaggio e rivelazione di segreto. Uno di loro è stato l'ufficiale della Marina militare italiana Walter Biot e l'altro il funzionario dell'Ufficio dell'Addetto militare presso l'ambasciata della Russia a Roma, Dmitrij Ostroukhov. L'operazione è stata eseguita durante un incontro segreto tra i due in seguito al passaggio di documentazione classificata da parte dell'ufficiale italiano in cambio di una somma di denaro. Il cittadino russo ha evitato l'arresto in quanto aveva lo status diplomatico mentre Biot risulta essere sotto custodia.

Espulsione di due russi

Roma ha dichiarato due impiegati dell'Ufficio dell'Addetto militare presso l'ambasciata della Russia a Roma personae non gratae e ha disposto l'espulsione immediata per loro. Entrambi diplomatici russi hanno abbandonato l'Italia oggi, partendo con un aereo dall'aeroporto Roma Fiumicino.

Le dichiarazioni del ministro degli Esteri italiano

Il ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio ha definito l'accaduto come "un atto ostile di estrema gravità" e ha affermato che la situazione mette in pericolo la sicurezza non solo dell'Italia ma dell'intera Alleanza atlantica. Di Maio ha aggiunto che l'accaduto avrà conseguenze.

La posizione di Mosca

L'ambasciata russa a Roma ha confermato l'arresto dell'ufficio dell'addetto militare e ha auspicato che la situazione non abbia effetti negativi sulle relazioni tra l'Italia e la Russia. Il ministero degli Esteri russo ha espresso rammarico per l'espulsione dei due funzionari, aggiungendo che possibili misure a riguardo potrebbero essere annunciate prossimamente.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала