Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Spionaggio, a Roma fermato un ufficiale della Marina Militare e uno delle Forze armate russe

© Sputnik . Fabio CarboneFurgone dei carabinieri
Furgone dei carabinieri - Sputnik Italia, 1920, 31.03.2021
Seguici su
I Carabinieri del Ros hanno fatto scattare le manette per i due uomini, che sarebbero accusati di spionaggio e rivelazione di segreto. La Farnesina convoca l'Ambasciatore russo.

Ieri sera i Carabinieri del Ros, diretti dalla Procura della Repubblica di Roma, hanno fatto scattare il fermo per un ufficiale della Marina Militare italiana e un ufficiale delle Forze armate russe di stanza in Italia.

Entrambi sono indagati e accusati di essersi resi protagonisti dei reati di spionaggio e rivelazione di segreto.

I due fermati sono un Capitano di Fregata della Marina Militare e un funzionario dell'Ufficio dell'Addetto militare presso l'ambasciata della Federazione russa in Italia.

Secondo quanto comunica il ministro degli Esteri Luigi Di Maio via Facebook, due funzionari dell'ambasciata russa saranno espulsi.

Proprio nella giornata di ieri i sospettati sono stati sorpresi in flagranza di reato dopo il passaggio di documentazione classificata da parte dell'ufficiale italiano, per il quale è scattato l'arresto, in cambio di una somma di denaro.

La posizione del cittadino russo resta al vaglio degli inquirenti in virtù del suo status diplomatico.

L'operazione è stata eseguita al termine di una prolungata attività informativa condotta dall'Agenzia Informazioni Sicurezza Interna, supportata dallo Stato Maggiore della Difesa.

La Farnesina ha comunicato che, , su precise istruzioni del ministro di Maio, il Segretario Generale del Ministero degli affari esteri, Elisabetta Belloni, ha convocato l'Ambasciatore della Federazione Russa presso la Repubblica Italiana, Sergey Razov.

La risposta dell'Ambasciata russa

La detenzione in data 30 marzo a Roma di un dipendente dell'ufficio dell'addetto militare è stata confermata dall'Ambasciata russa in Italia.

La struttura diplomatica ha riferito che le circostanze dell'incidente sono oggetto di indagine, precisando che l'Ambasciata al momento ritiene inappropriato commentare quanto accaduto in questo momento.

Infine, è stato auspicato che l'accaduto non abbia ripercussioni sulle relazioni bilaterali tra Mosca e Roma.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала