Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Vaccino russo, Salvini a Sputnik: “Spero che l’EMA acceleri i tempi, altrimenti lo facciamo noi”

© REUTERS / Remo CasilliMatteo Salvini
Matteo Salvini  - Sputnik Italia, 1920, 30.03.2021
Seguici su
Nell’ambito della stampa online organizzata dall’Associazione della Stampa Estera in Italia il leader della Lega Matteo Salvini ha deciso di fare il punto della situazione su alcuni argomenti di attualità.

Sputnik Italia ha chiesto il Senatore, cosa accadrà se l'Ema non dovesse approvare a breve l'utilizzo dello Sputnik V in Europa? La palla passerà all'Aifa e l'Italia deciderà in autonomia?

“Riprendo le parole sia della Cancelliere Merkel, che del Presidente Draghi. Se la cooperazione funziona, va bene, altrimenti facciamo noi. Non capisco il perché dovrebbero allargarsi i tempi, quando c’è di mezzo la salute dei cittadini. Oggi il vaccino russo insieme a quello americano è usato nel cuore dell’Italia. Miglia di cittadini sammarinesi sono stati già vaccinati con lo Sputnik senza alcuna controindicazione negativa. Spero che non ci siano logiche economiche o politiche dietro questo allungamento dei tempi”.

Il governatore della Sicilia Nello Musumeci - Sputnik Italia, 1920, 29.03.2021
Sputnik, il governatore Musumeci: "Se serve siamo pronti ad acquistarlo"
E cosa pensa Salvini del cosiddetto “modello De Luca” ai cui si è aderito anche il presidente della regione siciliana, Nello Musumeci, dichiarando di voler acquistare il vaccino russo Sputnik? È possibile “bypassare” il governo?

“Su questo dobbiamo aspettare l’ok dell’Europa e quindi non possono essere singole regioni o singole realtà ad approvvigionarsi con lo Sputnik. Spero che l’Europa si muova. Prima si fa, meglio è”.

Parere del Capitano sulla gestione della campagna vaccinale da parte dell’Europa:

“Ci hanno spiegato che tutti insieme avremmo tratto condizioni di vantaggio nelle trattative con i multinazionali del farmaco. Ma sotto gli occhi di tutti è il drammatico e il clamoroso fallimento accompagnato dai ritardi e dalle inadempienze. Stiamo ancora aspettando che qualcuno paghi a Bruxelles per questi errori che stanno costando migliaia di vite. L’unico Paese che sta vincendo questa battaglia nel nostro Continente è la Gran Bretagna che con la Brexit avrebbe dovuto soffrire ogni tipo di avversità ed essere esclusa dal contesto dei vincitori...”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала