Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid zone, 3 Regioni passano in rosso: ecco cosa non si può più fare

Facciata della Basilica di Santa Croce, Firenze
Facciata della Basilica di Santa Croce, Firenze - Sputnik Italia, 1920, 29.03.2021
Seguici su
Tre Regioni entrano in zona rossa questa settimana e una ne uscirà a partire da martedì. Ecco in sintesi cosa si potrà fare e cosa no.

Nessuna promozione in zona arancione questa settimana, e solo bocciature con 3 Regioni che iniziano la settimana con il passaggio in zona rossa decisa dal Ministero della Salute con ordinanza, a seguito dell’analisi dei dati epidemiologici fatta dalla Cabina di regia venerdì scorso.

Passano quindi in zona rossa la Valle d’Aosta, la Toscana e la Calabria.

Al momento l’Italia si divide in zone arancioni e zone rosse, per volontà del governo che con un Dpcm aveva deciso a metà marzo di abolire temporaneamente le zone bianca e gialla.

Sono 7 le regioni che restano in zona arancione più una provincia autonoma, e sono la Sardegna, la Provincia autonoma di Bolzano, l’Umbria, il Molise e le Marche, la Basilicata e la Sicilia.

Tuttavia il Lazio è atteso passare in zona arancione a partire da martedì 30 marzo e cioè da domani.

Il resto dell’Italia, 12 Regioni più la Provincia autonoma di Trento, sono in rosso e lo resteranno almeno fino a dopo Pasqua dal momento che nei giorni clou delle festività, tutta Italia si tingerà temporaneamente di rosso.

Cosa si può fare e non si può fare in zona rossa

Corteo di protesta del mondo della scuola - Sputnik Italia, 1920, 26.03.2021
Scuole aperte anche in zona rossa con nuovo Dpcm
Le Regioni in zona rossa vivono il massimo delle restrizioni. In questa condizione di limitazione degli spostamenti le persone devono restare in casa e spostarsi con l’autocertificazione.

Si esce di casa per andare a lavorare presso le attività ancora aperte, per effettuare una visita medica presso i centri ospedalieri che non le hanno sospese e per altre esigenze.

Ammessi anche gli spostamenti per fare la spesa di generi alimentari e presso tutte quelle attività che il Dpcm ha lasciato aperte come tabaccherie, edicole, ecc.

In zona rossa troveremo chiusi i barbieri e i parrucchieri, ma in compenso chi vorrà organizzarsi una vacanza all’estero verso nazioni “aperte” lo potranno fare, il Viminale ha pubblicato una nota giorni fa che non vieta gli spostamenti a chi vuol andare in vacanza all’estero, anche se vive in una regione dichiarata zona rossa.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала