Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid, per presidente Ordine infermieri "incompatibile con l'assistenza" chi dice no a vaccino

© REUTERS / Pedro NunesInfermiera prima di visitare il reparto con pazienti malati in ospedale a Lisbona, Portogallo
Infermiera prima di visitare il reparto con pazienti malati in ospedale a Lisbona, Portogallo - Sputnik Italia, 1920, 29.03.2021
Seguici su
Il presidente Maurizio Zega sottolinea che "la sicurezza del paziente deve rimanere in primo piano" rispetto alla libertà individuale.

In un'intervista con l'agenzia Adnkronos il presidente dell'Ordine degli infermieri Maurizio Zega ha sottolineato il primato della sicurezza del paziente rispetto alla libertà di scelta sulla vaccinazione contro il coronavirus per chi lavora a stretto contatto e si prende cura dei pazienti.

"Nessuno mette in discussione la libertà individuale ma, sicuramente, la scelta di non vaccinarsi non è compatibile con l'assistenza sanitaria. La sicurezza del paziente deve rimanere in primo piano".

Zega ha inoltre espresso il suo sostegno all'approvazione di una legge che permetta il cambio di mansione agli operatori sanitari che non vogliono vaccinarsi.

"Non è possibile allontanare una persona dalle sue mansioni...avrei evitato che un professionista non vaccinato potesse creare problemi ai pazienti in qualche modo. Con una legge avrei uno strumento adeguato per farlo".

L'esperto ha poi ricordato la prima regola del codice deontologico della professione di infermiere a sostegno delle sue considerazioni.

"Al centro del nostro lavoro c'è sempre il paziente e la sua sicurezza. Secondo il primo articolo del nostro profilo professionale l'infermiere è responsabile dell'assistenza generale e quindi deve evitare, in ogni modo, di causare danno all'assistito. Inoltre l'infermieristica è una scienza e si basa su evidenze scientifiche e, ad oggi, le evidenze ci dicono che il vaccino anti Covid è l'unica soluzione percorribile per bloccare la pandemia. Questi elementi combinati indicano come fondamentale la vaccinazione del personale sanitario. Primi tra tutti proprio gli infermieri".

La posizione del presidente dell'Ordine degli Infermieri è condivisa in pieno dal numero uno dell'Istituto Superiore di Sanità Franco Locatelli, intervenuto a "Che Tempo fa" su Rai3. Per il presidente dell'Iss è molto importante che il personale sanitario sia vaccinato.

Medici ed il paziente  - Sputnik Italia, 1920, 27.03.2021
Arrivano sanzioni per i sanitari no-vax, l'ordine dei medici: "Giusto obbligarli"

"Chi si rivolge alle strutture ospedaliere deve avere tutte le garanzie che si sia stato fatto il massimo per prevenire il contagio, e tra le misure rientra anche la vaccinazione del personale sanitario''.

In precedenza il premier Mario Draghi aveva annunciato che il governo sta lavorando ad un decreto che impone la vaccinazione anti-Covid ai medici che lavorano in prima linea negli ospedali e l'introduzione di uno "scudo penale" per i vaccinatori. Il presidente dell'Ordine dei medici Filippo Anelli aveva accolto con favore l'iniziativa di Palazzo Chigi.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала