Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Canale di Suez, i fiaschi del passato che hanno causato problemi di traffico marittimo

© SputnikLa nave Ever Given
La nave Ever Given - Sputnik Italia, 1920, 27.03.2021
Seguici su
Si spera che la Ever Given, attualmente bloccata nel Canale di Suez e causa di un massiccio blocco di navi, venga rimessa a galla questo fine settimana. Ma coloro che ricordano la difficile storia del canale sanno che l'attuale situazione di stallo non è niente se paragonata, ad esempio, a un ingorgo del traffico marittimo durato otto anni.

La nave da carico Ever Given, gestita dalla compagnia di Taiwan Evergeen Marine, da martedì blocca il Canale di Suez.

Oltre 300 navi sono ora inattive sui suoi due lati, in attesa di consegnare il loro prezioso carico dall'Europa all'Asia e viceversa.

Ma la crisi è stata relativamente modesta rispetto ai fiaschi del passato, nonostante gli economisti abbiano stimato che l'ingorgo stia costando al commercio globale circa 400 milioni di dollari l'ora. Diamo un'occhiata ad alcuni dei più grandi disastri occorsi nel canale.

1956: L'arteria, che fu costruita per accorciare le rotte marittime e completata nel 1869, fu oggetto di un contenzioso quando Israele, Regno Unito e Francia invasero l'Egitto nel 1959, in quella che divenne nota come la crisi di Suez. Lo scontro fu provocato dal tentativo delle potenze occidentali di riprendere il controllo del canale dopo la sua nazionalizzazione da parte del presidente egiziano Gamal Abdel Nasser. Il Canale di Suez stato chiuso dall'ottobre 1956 al marzo 1957; l'Egitto ha mantenuto il controllo del corso d'acqua fino ad oggi.

1967: Le ostilità tra Israele e l'Egitto continuarono a crescere quando Tel Aviv lanciò una serie di attacchi aerei preventivi contro il Cairo il 5 giugno 1967, da cui prese avvio la conseguente Guerra dei sei giorni. L'Egitto quindi chiuse entrambi i lati del canale per impedire che fosse utilizzato dagli israeliani. Quindici navi internazionali, passate alla storia come Flotta Gialla, erano già entrate nel canale prima dell'inizio della guerra e non ebbero altra scelta che restarvi.

Ever Given container ship is pictured in Suez Canal in this Maxar Technologies satellite image taken on March 26, 2021 - Sputnik Italia, 1920, 27.03.2021
Immortalato da satellite momento in cui nave "Ever Given" si incaglia nel Canale di Suez

1973: Sei anni dopo scoppiò un altro conflitto noto come Guerra dello Yom Kippur, che vide una coalizione di Stati arabi contro Israele, attaccato a sorpresa da Egitto e Siria. Egiziani e israeliani utilizzarono il Canale di Suez per attraversare il territorio nemico, riempiendo il corso d'acqua di detriti e munizioni. Il cessate il fuoco definitivo fu raggiunto a 19 giorni dall'inizio della guerra e offrì la speranza che il canale avrebbe presto riaperto.

1974-1975: Tuttavia questo rimase bloccato fino alla fine del 1974, quando fu condotta un'operazione di sgombero per ripulirlo da relitti, mine navali e resti bellici inesplosi. Nel 1975 il blocco fu revocato e la Flotta Gialla fu in grado di lasciare il canale: le navi rimasero bloccate per otto anni, dando vita al più lungo ingorgo marittimo della storia.

La chiusura, che ha spinto alcune nazioni a deviare le loro rotte marittime in Africa, raddoppiando le distanze, ha provocato onde d'urto in tutto il mondo. I costi commerciali per i Paesi che inviano carichi dall'Europa all'Asia sono aumentati vertiginosamente nel 1967 e hanno portato alla riduzione del commercio di oltre il 20% per alcuni partner commerciali. Le cose tornarono alla normalità nel 1975, quando il canale fu riaperto.

2021: il blocco dell'Ever Given sta costando all'economia mondiale miliardi di dollari, facendo impennare il prezzo del petrolio e causando turbolenze nei mercati a causa del ritardo delle spedizioni di greggio. La compagnia armatrice Shoei Kisen KK stima che dovrebbe essere rimessa a galla nelle prossime ore, ma, stando a sabato pomeriggio, l'Ever Given è ancora bloccata, spingendo gli armatori a considerare un'opzione di deviazione molto più lunga e costosa in giro per l'Africa, riportando alla mente i ricordi della crisi del 1967.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала