Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Un terzo dei danesi non vuole vaccinarsi con AstraZeneca dopo vicenda coaguli di sangue

© Fotolia / СmfotoworksBandiere della Danimarca
Bandiere della Danimarca - Sputnik Italia, 1920, 26.03.2021
Seguici su
Secondo un nuovo sondaggio, le problematiche di AstraZeneca hanno alzato notevolmente lo scetticismo in un Paese in precedenza al primo posto in Europa per consenso alla vaccinazione.

Un terzo dei danesi vuole rinunciare alla possibilità di essere vaccinato contro il coronavirus, secondo quanto riportato da un nuovo sondaggio di Megafon per TV2.

Il calo di fiducia nei vaccini anti-Covid è stato attribuito all'insicurezza e al dramma che si sono creati attorno gli effetti collaterali del vaccino AstraZeneca, che includono una rara condizione sanguigna che causa il coagulo di sangue ed emorragie. Al giorno d'oggi, due casi fatali sono stati registrati solo in Danimarca.

Vista la scelta di vaccini a disposizione in questo momento, quasi tutti gli intervistati interessati a essere vaccinati hanno detto che preferirebbero usare Pfizer o Moderna. Nessuno vuole ricevere AstraZeneca, nonostante l'EMA lo abbia confermato essere sicuro.

Questo fatto contrasta fortemente con un'indagine effettuata in precedenza dal Worldwide Independent Network of Market Research (WIN) su 32 nazioni, nella quale la Danimarca si era posizionata prima per accettazione vaccinale, seguita subito dalla Finlandia. Ben l'87% dei danesi aveva dichiarato di essere disposto all'inoculazione del vaccino, a differenza di Francia, Serbia e Croazia, dove la maggior parte delle persone erano contrarie alla somministrazione.

© AFP 2021 / ORLANDO SIERRAVaccino AstraZeneca
Un terzo dei danesi non vuole vaccinarsi con AstraZeneca dopo vicenda coaguli di sangue - Sputnik Italia, 1920, 26.03.2021
Vaccino AstraZeneca

Parlando del crescente scetticismo, Søren Brostrøm, direttore del Consiglio Nazionale per la Salute, ha assicurato che sarà possibile dire di no ad AstraZeneca senza dover rinunciare al diritto di vaccinazione.

Mentre da un lato molti paesi che avevano fermato le vaccinazioni con AstraZeneca hanno già ripreso a seguito delle rassicurazioni delle autorità europee ed internazionali, la Danimarca e la Norvegia continuano a dire di no.

Inoltre, la Danimarca ha esteso la sospensione del vaccino AstraZeneca di tre settimane, mentre continuano le investigazioni dei report che il vaccino inglese causa coaguli di sangue. La sospensione durerà fino al 18 aprile.

Fin'ora, circa 15.000 danesi hanno ricevuto il vaccino AstraZeneca. La sospensione pone un serio problema per coloro che hanno ricevuto soltanto una delle due dosi ritenute necessarie per la stabilizzazione del sistema immunitario.

Al momento, la Danimarca ha vaccinato il 5.9% dei suoi 5.8 milioni di abitanti, dei quali l'11.3% ha ricevuto soltanto un'iniezione.

La maggior parte degli abitanti, tuttavia, appartiene al gruppo alla fine della lista d'attesa. I 3 milioni di danesi senza alcun tipo di malattia cronica o lavoratori in prima linea saranno vaccinati tra metà maggio e fine luglio. La Danimarca si sta occupando di vaccinare il gruppo di popolazione di età compresa tra gli 80 e gli 84 anni.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала