Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Scuole aperte anche in zona rossa con nuovo Dpcm

© Foto : Marco MerliniCorteo di protesta del mondo della scuola
Corteo di protesta del mondo della scuola - Sputnik Italia, 1920, 26.03.2021
Seguici su
La scuola in presenza potrebbe tornare anche in zona rossa, questo quanto potrebbe prevedere il nuovo Dpcm che entrerà in vigore dopo Pasqua.

Le scuole potranno restare aperte anche in zona rossa, in particolare nidi, elementari e prima media, lo riporta l’Adnkronos in riferimento alle ipotesi di modifica delle norme anti-Covid per dopo Pasqua.

Sarebbe questa, a quanto si apprende da fonti ministeriali, la decisione che la cabina di regia presieduta dal premier Mario Draghi ha preso in vista del nuovo decreto sulle misure anti-Covid.

La scelta di chiudere tutte le scuole, di ogni ordine e grado anche in zona rossa, era stata presa con il Dpcm del 2 marzo scorso, il primo firmato dal presidente del Consiglio Mario Draghi.

Per quanto riguarda la ridefinizione delle zone colorate, allo stato attuale delle cose non si tornerà allo schema bianco, giallo, arancione e rosso, ma si resterà con l’attuale schema delle sole zona arancione e rossa fino al prossimo 30 di aprile.

Una decisione restrittiva giustificata dal quadro epidemiologico che non accenna a migliorare.

La Cabina di regia è stata presieduta dal presidente del Consiglio Draghi, presenti anche vari ministri, tra cui Speranza, Franco, Giorgetti e Patuanelli.

I cambiamenti per la scuola

Gli studenti potranno entrare in classe anche se la regione è rossa, in particolare potranno proseguire l’attività didattica in presenza le scuole dell’infanzia, e la scuola secondaria di primo grado.

Le scuole superiori, invece, dovranno mantenere l’attuale configurazione dell’organizzazione flessibile 50% in classe e 50% in Dad (fino ad un massimo del 75% in presenza).

Tuttavia le Regioni continueranno ad avere il potere di tenere le scuole chiuse in zona rossa se lo riterranno opportuno. Condizione che più volte si è verificato in molte regioni italiane.

Allo studio anche la possibilità che le scuole riapriranno con screening di massa e tamponi salivari una volta a settimana.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала