Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L'Europa si divide sull'ora legale: ecco perché l'Italia non vuole abolirla

Orologio - Sputnik Italia, 1920, 26.03.2021
Seguici su
Quest'anno potrebbe essere l'ultimo con il cambio di orario. La Commissione europea aveva deciso di abolire l'ora legale nel 2020, ma alcuni Stati, tra cui l'Italia, sono contrari.

Da domenica prossima le lancette degli orologi si sposteranno in avanti di un’ora. Torna, infatti, l’ora legale. Anche se per molti Paesi europei potrebbe essere l’ultima volta.

Come ricorda il Messaggero, infatti, la Commissione Ue aveva deciso di abolire il cambio dell’ora. Un passo che si sarebbe dovuto compiere nel 2020. La pandemia, però, ha ribaltato le priorità e la questione è passata in secondo piano.

Gli Stati europei, tuttavia, restano divisi. E visto che l’ultima parola spetta a loro, l’Italia potrebbe essere tra quelli che sceglieranno di mantenere questa consuetudine.

I vantaggi economici

Su questo, nel 2018, quando la Commissione Ue propose di abolire il cambio di orario, introdotto in Europa nel 1996, il primo governo Conte si era espresso per la conservazione dello status quo.

Il motivo è di carattere essenzialmente economico. Secondo i dati citati dal Corriere della Sera dal 2004 al 2020 grazie proprio all’allungamento delle giornate sono stati risparmiati 400 milioni di kWh di energia, pari a 1,7 miliardi di euro. Nei Paesi mediterranei, inoltre, l’ora di luce in più ha anche un effetto positivo sui consumi e sull’umore.
© Sputnik . Evgeny UtkinAeroporto vuoto a Milano
L'Europa si divide sull'ora legale: ecco perché l'Italia non vuole abolirla - Sputnik Italia, 1920, 26.03.2021
Aeroporto vuoto a Milano

I trucchi per affrontare il "jet lag"

D’altra parte gli “effetti collaterali” collegati al cambio di orario non sono molti e sono legati essenzialmente, secondo gli esperti sentiti dal Messaggero, alla “deprivazione del sonno” che aumenta il rilascio di cortisolo, l’ormone dello stress. Questo, specialmente nel periodo difficile che stiamo vivendo, potrebbe aumentare per qualche giorno i livelli di stanchezza ed irritabilità. Ma ci sono dei metodi alla portata di tutti per sopravvivere a questo ulteriore sconvolgimento.

La parola d’ordine è giocare d’anticipo, modificando già a partire da questi giorni le proprie abitudini, andando a dormire qualche ora prima per preparare il nostro “orologio biologico”. Fondamentale è poi un’alimentazione sana ed equilibrata che non interferisca con il riposo notturno. Quindi, bando ai cibi pesanti a cena, consumati subito prima di coricarsi. Consigliata anche l’attività fisica e l’assunzione di tisane rilassanti per favorire un buon sonno.
© Sputnik . Aleksey VitvitskiyBandiere dei paesi dell'UE di fronte all'edificio principale del Consiglio d'Europa a Strasburgo
L'Europa si divide sull'ora legale: ecco perché l'Italia non vuole abolirla - Sputnik Italia, 1920, 26.03.2021
Bandiere dei paesi dell'UE di fronte all'edificio principale del Consiglio d'Europa a Strasburgo

Le posizioni degli Stati europei

In Europa quella italiana è però una voce fuori dal coro. Sempre secondo il Messaggero, infatti, nel 2018 l’84 per cento dei cittadini, interpellati attraverso un sondaggio dalla Commissione Ue, votarono per l’abolizione del cambio di orario.

I Paesi scandinavi, dove il sole, per la posizione geografica, tramonta molto tardi, sono schierati per il sì all'abolizione, mentre la Francia propende per il mantenimento perpetuo dell’ora legale. L’Italia, invece, potrebbe decidere di mantenere tutto così com’è visto che i vantaggi sono superiori agli svantaggi.

Un diverso regime di fuso orario sul Vecchio Continente, inoltre, non sarebbe così problematico, visto che esistono già variazioni di orario tra gli Stati che si trovano agli estremi orientali e occidentali.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала