Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid Italia, Sileri: "Da metà aprile mezzo milione di dosi al giorno garantite"

© REUTERS / Flavio Lo ScalzoVaccinazione di massa con il vaccino AstraZeneca a Milano, Italia
Vaccinazione di massa con il vaccino AstraZeneca a Milano, Italia - Sputnik Italia, 1920, 25.03.2021
Seguici su
L'esperto del Ministero della Salute ha espresso fiducia circa il fatto che l'arrivo del vaccino Janssen di Johnson&Johnson possa portare ad un significativo aumento del numero dei vaccinati giornalieri.

A partire dalla metà del prossimo mese il ritmo delle vaccinazioni in Italia dotrebbe raggiungere le 500.000 dosi quotidiane somministrate.

Ad affermarlo è il sottosegretario alla Salute Pier Paolo Sileri, in un'intervista rilasciata a Skytg24:

"Il sistema sta andando a regime. Da metà aprile, quando arriverà il vaccino Johnson&Johnson, quel mezzo milione di dosi quotidiane verranno garantite ai nostri cittadini", sono state le sue parole.

Sileri si è quindi soffermato sull'andamento generale delle vaccinazioni in Italia, manifestando una certa soddisfazione:

"Sono 10 milioni le dosi distribuite e quasi 9 milioni sono le prime dosi somministrate. La fotografia più interessante viene dai fragili e gli anziani, questi ultimi circa 3 milioni dei nostri cittadini sopra gli 80 anni hanno ricevuto il vaccino, almeno già una dose su i 4 milioni e 400mila", ha proseguito l'esperto.

Sileri non ha comunque nascosto le difficoltà della campagna vaccinale, in particolar modo la distribuzione in alcune regioni:

"Non è possibile che in alcuni regioni gli anziani abbiano avuto accesso al vaccino e in altre si sia ancora indietro - ha aggiunto Sileri - Così come in alcune regioni vi sono delle aree in cui vi è una difficoltà di prenotazione, spesso si tratta di mal comunicazione o impossibilità di eseguire la prenotazione ma si tratta di numeri che stanno crescendo a vista d'occhio", ha detto ancora Sileri, che ha poi sottolineato come entro due, massimo tre settimane il tasso di mortalità e dei contagi potrebbe scendere, soprattutto per le fasce di popolazione maggiormente vaccinate.

© REUTERS / Shannon StapletonVaccino Johnson & Johnson
Covid Italia, Sileri: Da metà aprile mezzo milione di dosi al giorno garantite - Sputnik Italia, 1920, 25.03.2021
Vaccino Johnson & Johnson

AstraZeneca non impeccabile

Nella sua disamina Sileri non ha poi potuto fare a meno di riferirsi ad AstraZeneca e al recente caso delle dosi fantasma di Anagni.

Proprio parlando della casa farmaceutica anglo-svedese, il sottosegretario ne ha definito l'operato in maniera non del tutto positiva:

"AstraZeneca non sta onorando i contratti in maniera impeccabile. Il numero di dosi che ci hanno consegnato sono largamente inferiori alle attese. Capisco i problemi di produzione che hanno avuto ma questi problemi dovranno essere risolti il prima possibile per garantire all'Italia e a tutta l'Europa le dosi che erano nel contratto".

Sui 29 milioni di dosi ritrovati nello stabilimento di Catalent ad Anagni, invece, Sileri ha ribadito la propria posizione, già espressa nei giorni scorsi, invitando le autorità competenti a fare "chiarezza" su tutto il percorso compiuto dalle dosi di preparato anticovid.

I vaccinati in Italia

Sono ad oggi 2.706.381 le persone vaccinate in Italia con entrambe le dosi di vaccino anticoronavirus.

E' quanto è emerso dal bollettino diramato nelle scorse ore dal Ministero della Salute. Per quanto concerne i numeri assoluti, le dosi di vaccino anticovid somministrate in Italia al 25 marzo sono 8.506.277.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала