Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Trombosi e AstraZeneca, EMA terrà una riunione con esperti esterni il 29 marzo

© REUTERS / BENOIT TESSIER AstraZeneca
 AstraZeneca  - Sputnik Italia, 1920, 25.03.2021
Seguici su
L'Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) intende organizzare un'ulteriore riunione con esperti esterni il 29 marzo nell'ambito delle verifiche sui casi di trombosi in seguito all'applicazione del vaccino anti-COVID dell'azienda anglo-svedese AstraZeneca.

"Il Comitato per la sicurezza dell'EMA (PRAC) sta proseguendo con la sua valutazione dei casi segnalati di coaguli di sangue (trombosi). In tale contesto l'EMA convoca per il 29 marzo il gruppo ad hoc di esperti esterni per fornire un'ulteriore contributo nella valutazione del vaccino", afferma l'EMA in una nota.

Il regolatore fa notare che "esperti esterni in ematologia, medicina cardiovascolare, malattie infettive, virologia, neurologia, immunologia ed epidemiologia si incontreranno per fornire le loro opinioni al PRAC su aspetti quali meccanismi d’azione plausibili (del vaccino), possibili fattori di rischio sottostanti e qualsiasi altro dato aggiuntivo necessario per acquisire una più profonda comprensione degli eventi osservati e del potenziale rischio".

La nota dell'EMA fa sapere che le conclusioni dell'incontro del gruppo saranno rese note alla riunione plenaria del Comitato per la sicurezza ad aprile.

Lo stop ad AstraZeneca

A marzo alcuni paesi europei, tra cui anche l'Italia, hanno temporaneamente sospeso in via precauzionale l'applicazione del vaccino AstraZeneca per via di casi di trombosi tra i pazienti segnalati in seguito alla somministrazione della prima dose del preparato.

AstraZeneca - Sputnik Italia, 1920, 07.03.2021
Austria, morte sospetta dopo vaccino anti-Covid: stop a lotto di AstraZeneca
Il primo paese a lanciare l'allarme è stata l'Austria, che ha conclamato un caso di trombosi multipla dopo la vaccinazione in una persona, morta dieci giorni dopo l'iniezione, e un'altra è stata ricoverata in ospedale con embolia polmonare.

Il 18 marzo, il Comitato per la sicurezza dell'EMA al termine della riunione ha dichiarato che gli esperti non hanno confermato che il vaccino AstraZeneca aumenta il rischio di eventi di coagulazione sanguigna. Il regolatore sanitario UE ha ribadito la sicurezza e l'efficacia del farmaco contro il coronavirus, rilevando che i suoi benefici e la protezione delle persone superano i rischi relativi.

Al tempo stesso, l'EMA ha sottolineato che avrebbe proseguito con le analisi del vaccino, compresi gli effetti collaterali.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала