Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

AstraZeneca, 29 milioni di dosi bloccati ad Anagni. Draghi: "Lotti destinati in Belgio" - Video

© Sputnik . Aleksei Vitvitsky / Vai alla galleria fotograficaPresidente della Bce Mario Draghi
Presidente della Bce Mario Draghi - Sputnik Italia, 1920, 25.03.2021
Seguici su
La maggior parte delle fiale ritrovate nello stabilimento Catalent nel frusinate rimarranno in Ue, con il resto che saranno invece destinate al programma di vaccinazione per i Paesi a basso e medio reddito.

Emergono nuovi sviluppi relativi ai 29 milioni di dosi di vaccino AstraZeneca, rinvenute in due lotti presso lo stabilimento Catalent di Anagni, dopo che la loro presenza era stata segnalata nel corso della giornata di sabato dalla Commissione europea.

Delle fiale di vaccino AstraZeneca - Sputnik Italia, 1920, 24.03.2021
AstraZeneca, “29 milioni di dosi nascoste nello stabilimento di Anagni” pronte per il Regno Unito
A consentire alle forze dell'ordine di reperire le partite in questione e ad accertare che la loro destinazione finale sarebbe il Belgio, è stata un'ispezione dei Carabinieri del NAS, ordinata dal ministro della Salute Roberto Speranza su precisa direttiva di Mario Draghi.

A riferirlo, in una nota pubblicata nella serata di ieri, è la presidenza del Consiglio dei ministri italiano:

"Nella giornata di sabato 20 marzo, la Commissione europea ha chiesto al Presidente del Consiglio Draghi di verificare alcuni lotti di vaccini presso uno stabilimento di produzione ad Anagni. Il Presidente del Consiglio ha informato il Ministro della Salute, Roberto Speranza, il quale ha disposto un'ispezione che si è tenuta tra sabato e domenica grazie all'opera dei Carabinieri NAS. Dall'ispezione è risultato che i lotti erano destinati in Belgio. Tutti i lotti in uscita vengono controllati dai NAS", si legge nel comunicato di Palazzo Chigi.

Draghi: "Sorveglianza continua per i lotti rimanenti"

Sul tema è poi intervenuto lo stesso presidente del Consiglio Draghi, il quale nel corso della sua replica di ieri alla Camera dei Deputati ha cercato di fare chiarezza sulla questione dei 'lotti fantasma', raccontando nel dettaglio tutta l'evoluzione della vicenda:

"Sabato sera ho ricevuto una telefonata dalla presidente della Commissione europea che mi segnalava alcuni lotti che non tornavano nei conti della Commissione e che sarebbero stati ad Anagni, mi si suggeriva di ordinare un'ispezione. La sera stessa ho chiesto al ministro Speranza di mandare i Nas: sono andati immediatamente e la mattina hanno identificato quei lotti in eccesso. I lotti sono stati bloccati e oggi ne sono partiti due per il Belgio, diretti alla casamadre di Astrazeneca. Dove andranno non so, intanto la sorveglianza continua per i lotti rimanenti", sono state le parole di Draghi.

Un appello alla chiarezza è stato poi lanciato dal Commissario ai vaccini della Ue, Thierry Breton, il quale ha sottolineato l'importanza della piena trasparenza sul numero di dosi che vengono prodotte nei siti europei di AstraZeneca, e ha annunciato che le dosi rinvenute ad Anagni resteranno in Europa.

AstraZeneca: "13 milioni di dosi a Covax"

Anche la casa farmaceutica anglo-svedese ha voluto fare chiarezza sulla questione delle dosi ritrovate nello stabilimento del frusinate, e in un comunicato ufficiale ha fatto sapere che una parte di quei 29 milioni sarà destinata al Covax, il programma per la distribuzione di vaccini ai Paesi a basso e medio reddito:

"Al momento non sono previste esportazioni oltre ai paesi Covax. Ci sono 13 milioni di dosi di vaccino in attesa di rilascio del controllo qualità per essere inviate a Covax come parte del nostro impegno a fornire milioni di dosi ai paesi a basso reddito: il vaccino è stato prodotto al di fuori dell'Ue e portato nello stabilimento di Anagni per essere riempito in fiale", ha puntualizzato l'azienda.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала