Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Donne che accusano Laura Boldrini, botta e risposta con la Lucarelli

© Foto : QuirinaleLaura Boldrini
Laura Boldrini - Sputnik Italia, 1920, 24.03.2021
Seguici su
L'ex presidente della Camera risponde sul Fatto Quotidiano alle accuse delle sue ex collaboratrici, che avevano rivelato a Selvaggia Lucarelli di essere state costrette a lavorare a ritmi incessanti e, spesso, sottopagate. Ma la replica della giornalista indica che la polemica non è affatto terminata.

Laura Boldrini scrive al Fatto Quotidiano per replicare all'articolo della giornalista Selvaggia Lucarelli, che l'accusava di sfruttare e sottopagare le sue ex collaboratrici. Accuse imbarazzanti per l'ex presidente della Camera che ha sempre fatto della lotta per i diritti delle donne la propria bandiera politica. Giustificazioni non accettate dalla Lucarelli, che replica rincarando la dose. 

La liquidazione non versata

In merito alla liquidazione di Lilia, l'ex colf moldava della Boldrini, "stiamo trovando un accordo per formalizzare la chiusura del rapporto di lavoro", scrive la Boldrini, sottolineando che il ritardo nell'effettuazione del versamento non è voluto ma "causato da una difficoltà oggettiva a contattare la persona del Caf referente della vicenda".

"Il punto è che ci sono delle discrepanze da verificare sui saldi finali del Tfr da me già versato per ogni anno di lavoro. Dunque è in corso una verifica, che sta terminando, da parte della mia commercialista e del Caf".

Il lavoro sottopagato

Laura Boldrini - Sputnik Italia, 1920, 23.03.2021
Laura Boldrini accusata dalle sue ex collaboratrici, arriva la replica
Per quanto riguarda la vicenda di Roberta, l'ex collaboratrice parlamentare con tre figli proveniente da Lodi, "la cui retribuzione corrispondeva a criteri stabiliti dall'amministrazione della Camera devo dire che ha svolto un buon lavoro in anni intensi e complessi, - afferma Boldrini - sempre manifestandomi la volontà di voler far parte della mia squadra, nonostante le difficoltà logistiche che doveva affrontare ogni settimana, venendo da Lodi, e che io stessa fin dall'inizio le avevo fatto presente".

"Per questo sono rimasta stupita e dispiaciuta nel leggere quanto da lei dichiarato, visto il rapporto che si era sviluppato con lei", specifica.

La replica della Lucarelli

Le giustificazioni della Boldrini non piacciono a Selvaggia Lucarelli, che non le ritiene sufficienti e dalle pagine del Fatto le smonta pezzo per pezzo. 

"Il rapporto di lavoro con la colf è terminato 10 mesi fa risulta dunque poco realistico che in tutto questo tempo non sia stato possibile contattare il commercialista del Caf e che la ex collaboratrice domestica si sia dovuta rivolgere a un avvocato, sebbene la si stesse cercando da quasi un anno", osserva la giornalista. 

In quanto alla situazione di Roberta, costretta a dare le proprie dimissioni perché nonostante un figlio malato non le è stato permesso di continuare in smartworking, "un po' di empatia per una condizione di difficoltà economica di una lavoratrice madre di tre figli avrebbero potuto comportare un adeguamento almeno per il rimborso delle spese", fa notare la Lucarelli. 

"Inoltre, se è vero che gli accordi sullo stipendio erano quelli, forse non era altrettanto chiaro fin dall'inizio che tra le mansioni richieste a una collaboratrice parlamentare potessero esservi anche la prenotazione di parrucchieri e il ritiro abiti in lavanderia", conclude.

Laura Boldrini è approdata in Parlamento nel 2013 eletta alla Camera con Sel, dove ha ricoperto il ruolo di presidente sino a fine legislatura, nel 2018. Rieletta deputata con Sinistra Italiana, che lascia nel 2019 per poi passare al PD.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала