Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid Italia, Governo discute decreto 7 aprile: possibili graduali aperture

CC BY 2.0 / Simone Ramella / Palazzo Chigi
Palazzo Chigi - Sputnik Italia, 1920, 24.03.2021
Seguici su
Il nuovo decreto legge povrebbe portare alla ripresa dell'attività scolastica in presenza per tutte le classi fino alla prima media.

I primi, timidi segnali di riapertura in Italia potrebbero arrivare con il prossimo decreto legge Covid, che dovrebbe entrare in vigore a partire dal prossimo 7 aprile.

Lo riferisce l'agenzia di stampa Ansa, citando fonti ministeriali, precisando tuttavia che la discussione in seno all'esecutivo non sarebbe ancora entrata nel vivo.

In questo senso sarebbe stato propedeutico l'incontro tenutosi ieri e che ha visto protagonisti il premier Mario Draghi, gli esponenti del Cts e il ministro della Salute Roberto Speranza, che hanno collegialmente analizzato l'andamento della curva epidemiologica.

Proprio da quest'ultima e dai dati che emergeranno nelle prossime ore dipenderanno infatti le misure contenute nel nuovo Dl, oltre che gli eventuali allentamenti delle misure restrittive.

"Nessuna decisione è stata assunta in questo momento - ha affermato il ministro Speranza a Carta Bianca replicando a una domanda su una possibile mini-proroga del decreto già in vigore - ci confronteremo nei prossimi giorni e prenderemo le decisioni. Oggi abbiamo analizzato la curva ma non abbiamo discusso di misure e non c'è alcuna decisione che va in questa direzione".
© AFP 2021 / Kenzo TribouillardRoberto Speranza, ministro della Salute
Covid Italia, Governo discute decreto 7 aprile: possibili graduali aperture - Sputnik Italia, 1920, 24.03.2021
Roberto Speranza, ministro della Salute

Le possibili modifiche del Dl: scuola in prima fila per la riapertura

Stando alle indiscrezioni, l'impianto del nuovo testo legislativo non dovrebbe andare a stravolgere quello del precedente Dl, con il Governo che sembrerebbe piuttosto intenzionato ad avviare un graduale processo di riapertura, peraltro paventato nelle scorse ore dal titolare dell'Economia e delle Finanze Daniele Franco.

In particolare, ci si aspettano segnali importanti per quello che concerne la scuola, dove non è esclusa a prescindere la riapertura per tutte le classi fino alla prima media anche nelle zone rosse.

In merito è intervenuto proprio ieri il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi, il quale ha confermato che l'esecutivo è al lavoro per garantire la ripresa dell'attività scolastica in presenza:

"Lavoriamo giorno e notte per poter riaprire", afferma il ministro, ricordando di aver chiesto, anche in Consiglio dei ministri, che le scuole siano le prime a riaprire, quanto prima, in condizioni di sicurezza, "a partire dai più piccoli che devono essere i primi a poter tornare".

Unità di terapia intensiva - Sputnik Italia, 1920, 22.03.2021
Covid Italia, Agenas: 9 regioni sopra la soglia critica dei ricoveri
La curva dei contagi da coronavirus in Italia - intanto - sembra in lieve flessione negli ultimi giorni, ma le vittime sono ancora tantissime, 551 in 24 ore, mai così tante dal 19 gennaio, quando furono 603. Il governo valuta cambiamenti graduali delle misure dopo Pasqua, secondo quanto trapela, allorché scadrà, il 6 aprile, il decreto legge che ha stabilito festività in zona rossa per tutti.

Il Covid-19 in Italia

Stando all'ultimo bollettino diramato dal Ministero della salute nella serata di ieri, sono aumentati di quasi 18.765 unità i casi Covid in Italia, cifra che ha portato il totale di casi dall'inizio della pandemia a 3.419.616.

Nell'ultimo rilevamento sono state registrate 551 vittime, mentre il totale dei decessi sale a 105.879.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала