Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il Cremlino non trasmetterà in diretta la vaccinazione di Putin: "Non gli piace"

© SputnikVladimir Putin
Vladimir Putin - Sputnik Italia, 1920, 23.03.2021
Seguici su
Il presidente russo Vladimir Putin riceverà la sua dose di vaccino contro il coronavirus entro la fine della giornata, l'inoculazione dovrebbe avvenire in serata, ha detto martedì il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

"Certamente mi chiederete se il presidente è già stato vaccinato, e vi dirò che non l'ha ancora fatto, è attualmente ad una riunione di lavoro, ma ci aspettiamo che si sottoponga alla vaccinazione entro la fine della giornata, in serata" ha affermato Peskov ai giornalisti.

Il Cremlino ha anche rifiutato di rivelare quale vaccino russo riceverà il presidente, sottolineando che tutti e tre i vaccini registrati nel paese si sono confermati efficaci e sicuri nei rispettivi studi.

"Ci asterremo deliberatamente dal dire quale (vaccino Putin otterrà, ndr). Tutti e tre i vaccini russi sono assolutamente sicuri. Sono molto buoni, sicuri ed efficaci" ha dichiarato Peskov.

Non ci sarà la diretta tv

Il processo di inoculazione non sarà trasmesso, ha continuato il portavoce del Cremlino. Ha anche rifiutato di dire se Putin riceverà la dose di vaccino sul suo posto di lavoro o in uno speciale punto di vaccinazione.

La prima fornitura del vaccino russo Sputnik V a San Marino - Sputnik Italia, 1920, 23.03.2021
Vaccino russo Sputnik V registrato dal Vietnam
"Il presidente trascorre una significativa parte del suo tempo lavorativo in eventi, conversazioni, riunioni relative alla vaccinazione, alla produzione di vaccini e così via. Il presidente fa molto per promuovere i vaccini. Per quanto riguarda la trasmissione della vaccinazione, non l'ha mai sostenuta, non gli piace" ha aggiunto Peskov rispondendo alla domanda sul perché il presidente sia riluttante a mostrare in diretta l'inoculazione del vaccino.

I vaccini approvati in Russia

Nell'agosto del 2020, la Russia è diventata il primo paese al mondo a registrare un vaccino contro il coronavirus - Sputnik V, sviluppato dall'Istituto di ricerca Gamaleya di Epidemiologia e Microbiologia con sede a Mosca. È stato seguito dal vaccino EpiVacCorona di Novosibirsk, mentre un terzo - CoviVac-è stato creato dal Centro scientifico Chumakov di Mosca nel 2021.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала