Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Cosa ha causato la rottura delle relazioni diplomatiche tra la Corea del Nord e la Malesia?

© AFP 2021 / John MacdougallBandiera della Corea del Nord
Bandiera della Corea del Nord - Sputnik Italia, 1920, 23.03.2021
Seguici su
La Corea del Nord ha dichiarato l’interruzione delle relazioni diplomatiche con la Malesia per via dell’estradizione di uno dei suoi cittadini negli USA.

L’imprenditore nordcoreano domiciliato in Malesia è stato accusato di effettuare forniture di oggetti di lusso da Singapore a Pyongyang in violazione delle sanzioni imposte dall’ONU. La Corte suprema malese ha concluso che l’uomo potesse essere oggetto di estradizione negli USA e ha respinto l’impugnazione della sentenza.

Cheong Seong-Chang, direttore del Centro di studi nordcoreane dell’Istituto Sejong:

Non posso esprimermi in merito alle pressioni esercitate sulla Malesia relativamente alla questione di espulsione del cittadino nordcoreano, ma da quando è cominciato il governo Biden è stata adottata una posizione più decisa nell’applicazione di sanzioni estremamente più rigide nei confronti della Corea del Nord in relazione ad illeciti quali il cyberterrorismo e il riciclaggio di denaro. Dal fermo di questo imprenditore è trascorso un certo lasso di tempo, il fatto si è verificato ancora durante il governo Trump. E non si può certo dire che si sia trattato di un incidente improvviso. Tuttavia, riflette perfettamente il rigido approccio che gli USA hanno adottato nei confronti della Corea del Nord. E questo non può che indurre Pyongyang a percepire una crisi che non si fermerà a questo evento, ma continuerà probabilmente ancora a lungo. Per questo motivo la Corea del Nord ha reagito in maniera così concitata.

Il leader nordcorenano Kim Jong Un  - Sputnik Italia, 1920, 14.03.2021
Corea del Nord impassibile alla diplomazia "dietro le quinte" del presidente Usa
Gli USA ritengono che per costringere la Corea del Nord a partecipare a negoziati sulla denuclearizzazione sia necessario esercitare maggiori pressioni e applicare ulteriori sanzioni. Pertanto, le pressioni si stanno intensificando su tutti i fronti. In passato anche gli USA commettevano alcune violazioni, ma ora la situazione è cambiata. Ora Washington non tollererà alcuna manifestazione di cyberterrorismo o di riciclaggio di denaro. E, a sua volta, Pyongyang sta dimostrando di rispondere seguendo il principio dell’“occhio per occhio, dente per dente”. La reazione al momento riguarda la Malesia ma l’obiettivo era, chiaramente, non soltanto la Malesia, ma anche gli USA. Per questo motivo la Corea del Nord ha inviato un ammonimento agli USA.

Possiamo prevedere che presto la Corea del Nord si preparerà per una qualche dimostrazione di forza: l’esposizione di nuove tecnologie o la predisposizione a testare nuove tipologie di armamenti. In ogni caso gli USA hanno scelto la linea della pressione e hanno cominciato a toccare dei tasti dolenti per il regime. Pertanto, la Corea del Nord non se ne starà con le mani in mano. E anzi probabilmente al momento il Nord sta preparando qualcosa in gran segreto.

Al contempo l’interruzione delle relazioni diplomatiche con la Malesia è un segnale anche per gli altri Paesi. Se gli imprenditori nordcoreani vengono fermati e inviati negli USA per riciclaggio di denaro o per hackeraggio, avranno le stesse conseguenze. Si garantirà la conservazione delle relazioni economiche e la tutela di altri interessi reciproci con i dati Paesi, ma la Corea del Nord avverte che non tollererà altri “giochetti” degli USA ed esigerà l’indipendenza decisionale.

Il leader nordcorenano Kim Jong Un  - Sputnik Italia, 1920, 18.03.2021
Pyongyang esorta Biden a rinunciare alla “folle teoria della minaccia dalla Corea del Nord”
La Corea del Nord teme giustamente che, qualora propri imprenditori colpevoli di aver posto in essere illeciti di cui sopra vengano inviati negli USA, verranno presto alla luce altre azioni illecite perpetrate da altri soggetti inducendo dunque una forte riduzione dei ricavi da questo settore. Per questo motivo per la Corea del Nord la questione dell’estradizione negli USA è motivo di grande preoccupazione.

Dall’altro lato, per superare la crisi economica alla Corea del Nord è sufficiente la Cina. E Pyongyang adesso sta giocando proprio sulle controversie tra USA e Cina. Alla luce del conflitto con Washington Pechino, molto probabile, difenderà la Corea del Nord evitando di cedere alle richieste unilaterali degli USA. E per la sopravvivenza della Corea del Nord questo è un fattore estremamente positivo.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала