Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Coronavirus, isolata una nuova variante in Belgio

CC0 / PIRO4D / VirusUn virus
Un virus - Sputnik Italia, 1920, 22.03.2021
Seguici su
La diffusione della variante, contenuta al 4% dei contagi totali, è poco preoccupante ma sotto il continuo monitoraggio dei ricercatori.

Definita “B.1.214” è la nuova "variante belga", la mutazione del Sars-Cov-2 isolata dai ricercatori dell'Università di Liegi (ULiège). La sua diffusione nel Paese è piuttosto contenuta, rappresenta il 4% dei contagi totali, una quota identica alle altre varianti. Secondo quanto hanno spiegato gli scienziati alla testata belga Le Soir, il ceppo mutato potrebbe provenire dall'Africa subsahariana. 

“Siamo quasi certi che non sia di provenienza belga. L'albero filogenetico deve ancora essere completato, ma potrebbe provenire dall'Africa sub-sahariana e sarebbe stato impiantato qui attraverso i viaggi”, ha spiegato Vincent Bours, professore di genetica umana e capo del laboratorio per l'analisi e il sequenziamento del virus Sars-Cov-2 presso la ULiège.

La variante potrebbe essere arrivata in Belgio l'anno scorso, assieme alle altre e come le altre potrebbe essere stata introdotta da cittadini di rientro dall'estero.

Misurazione della temperatura - Sputnik Italia, 1920, 22.03.2021
Covid, isolata variante nigeriana al Policlinico di Messina: è il primo caso in Sicilia
La situazione al momento è sotto controllo ma la sua presenza "è in progressivo aumento in Belgio", in particolare a Bruxelles, nelle province del Brabante fiammingo, al centro del Paese, e dell'Hainaut a ovest.

Una rara mutazione

Per il momento B.1.214 non è classificato come una variante pericolosa, ma sta suscitando l'interesse degli scienziati a causa di una rara mutazione "quasi mai osservata finora", spiega Bours.

I ricercatori devono ancora determinare se il nuovo ceppo sia più contagioso si quello originale.

"Per ora, i virus di un centinaio di pazienti con questa variante sono stati sequenziati, ci vorrà molto di più per conoscerne gli effetti", afferma lo scienziato.

Una situazione preoccupante

Da una settimana il Belgio registra una nuova ondata di contagi. Tra il 12 e il 18 marzo sono stati rilevati 3.867 casi, secondo i dati dell'Istituto Superiore di Sanità di Sciensano, in aumento del 42% rispetto alla settimana precedente.

Il numero di ricoveri ospedalieri è aumentato del 22% rispetto alla settimana scorsa, con una media di 197 ogni giorno tra il 15 marzo e il 21 marzo.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала