Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Giravolte record in Parlamento: 68 cambi di casacca in meno di tre mesi

© AFP 2021 / Andreas SolaroIl parlamento italiano
Il parlamento italiano - Sputnik Italia, 1920, 20.03.2021
Seguici su
A perdere il maggior numero di parlamentari sono stati Movimento 5 Stelle, Pd e Forza Italia. Guadagnano Lega e Fratelli d'Italia con 8 e 4 rappresentanti in più alla Camera e al Senato.

Dal Movimento 5 Stelle al gruppo misto o a Fratelli d’Italia, da Forza Italia alla Lega, da Italia Viva al Pd. Alla faccia del “vincolo di mandato”, in neppure tre mesi sono stati già 68 i parlamentari che hanno cambiato bandiera e partito.

Gli ultimi in ordine di tempo, secondo le indiscrezioni, dovrebbero essere i due senatori di Italia Viva, Eugenio Comincini e Leonardo Grimani, che assieme al deputato Camillo D’Alessandro potrebbero passare presto al Pd.

Ma i numeri da inizio legislatura sono impressionanti. Li ha raccolti il Corriere della Sera, che parla di 216 passaggi da un gruppo all’altro, per un totale di 189 tra deputati e senatori. Qualcuno di loro, infatti, avrebbe cambiato casacca più di una volta.

Ma il vero e proprio terremoto si è scatenato da dicembre in poi, con l’inizio della crisi e la fine del Conte Bis. La nascita del governo Draghi ha spaccato i gruppi parlamentari del M5S che hanno perso, riassume il Corriere citando i dati di Openpolis, 26 deputati e 16 senatori.

Dal marzo 2018, mese e anno di inizio della legislatura in corso il Movimento ha dovuto dire addio a ben 89 parlamentari, tra decisioni volontarie ed espulsioni. Il partito di Grillo, quindi, si conferma maglia nera, nonostante nel 2017 fosse stato firmato proprio da Vito Crimi il disegno di legge costituzionale per istituire l’incandidabilità e la decadenza dei senatori e deputati che durante la legislatura si iscrivono ad un gruppo parlamentare diverso da quello con cui sono stati eletti.

Segue il Pd con 34 deputati fuoriusciti, quelli che hanno seguito Matteo Renzi aderendo ad Italia Viva, e poi Forza Italia, che ha perso 27 rappresentanti, confluiti nel gruppo misto, nella Lega e in Cambiamo! del governatore ligure Giovanni Toti, come Osvaldo Napoli, Daniela Ruffino e Guido Della Frera.

Non perdono ma guadagnano la Lega, con otto parlamentari che si sono aggiunti ai gruppi di Camera e Senato, e Fratelli d’Italia, con quattro nuovi ingressi: Massimiliano De Toma, Rachele Silvestri e Tiziana Drago, del Movimento 5 Stelle, e il leghista Gianluca Vinci.

Nelle ultime settimane ci sono state due new entry anche nel gruppo misto: Michela Rostan, ex renziana, e Rossella Muroni, che ha detto addio a Leu. Ma c’è da scommettere che il valzer delle casacche non si esaurirà con loro.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала