Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Von der Leyen su contratto vaccini: senza, niente unità europea

© AP Photo / Thanassis StavrakisUrsula Von der Leyen
Ursula Von der Leyen - Sputnik Italia, 1920, 19.03.2021
Seguici su
Dopo il via libera dell'EMA sul vaccino AstraZeneca, Von der Leyen si pronuncia sul bisogno di tale misure per mantenere salda l'unità nei paesi dell'unione.

La presidente della commissione europea Ursula Von der Leyen ha preso posizione sui contratti vaccinali, a seguito delle dichiarazioni dell'EMA sulla sicurezza del vaccino anglo-svedese AstraZeneca.

Primo Consiglio dei ministri del Governo Draghi - Sputnik Italia, 1920, 19.03.2021
Vaccini in farmacia e miliardi a fondo perduto – oggi al Consiglio dei ministri il decreto sostegni
La campagna di vaccinazioni europea era stata temporaneamente sospesa a seguito di numerose segnalazioni di effetti collaterali e morti legati al vaccino, in attesa che l'Agenzia europea per i medicinali svolgesse ulteriori analisi per determinare l'effettiva sicurezza di AstraZeneca. Giovedì 18 marzo, il direttore esecutivo dell'EMA, Emer Cooke, ha dichiarato ufficialmente che "si tratta di un vaccino sicuro ed efficace", dando il via libera per la continuazione della campagna vaccinale.

Von der Leyen si è dichiarata fiduciosa dei benefici che il vaccino AstraZeneca può apportare all'Europa, riconfermando l'obbiettivo europeo di vaccinare il 70% della popolazione entro l'estate 2021. Nonostante le numerose polemiche sulla loro effettiva efficacia, Von der Leyen ha difeso i contratti sui vaccini, definendoli un processo necessario anche per mantenere intatta l'Europa.

"Se alcuni Stati avessero ricevuto il vaccino e altri no, l'impatto sarebbe stato devastante, sia sull'unità europea che sul mercato libero nella zona Schengen", ha dichiarato Von der Leyen.

Vaccinazione degli anziani nella Repubblica Ceca - Sputnik Italia, 1920, 17.03.2021
Von Der Leyen su obiettivo di vaccinare il 70% di europei entro agosto: "sappiamo che è fattibile"
La presidente ha inoltre ribadito la necessità di un rapporto di "reciprocità sull'esportazione dei vaccini", ribadendo le sue precedenti dichiarazioni sulla mancanza di un canale a doppio senso con il Regno Unito, primo beneficiario delle dosi vaccinali dell'Unione Europea e produttore dello stesso vaccino AstraZeneca. "Secondo il contratto stabilito, la Gran Bretagna dovrebbe produrre dosi anche per l'UE, ma noi siamo ancora in attesa", aveva detto Von der Leyen.

Nel mentre, il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha dichiarato aperta la continuazione delle vaccinazioni in Italia, con riferimento al comunicato stampa rilasciato dall'Aifa. La somministrazione del vaccino riprenderà già venerdì 19 marzo, ha dichiarato il Presidente.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала