Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Pyongyang esorta Biden a rinunciare alla “folle teoria della minaccia dalla Corea del Nord”

© REUTERS / KCNAIl leader nordcorenano Kim Jong Un
Il leader nordcorenano Kim Jong Un  - Sputnik Italia, 1920, 18.03.2021
Seguici su
Mercoledì il primo vice ministro nordcoreano Choe Son Hui ha confermato che Pyongyang ha ricevuto richieste di contatto dalla nuova amministrazione statunitense, sottolineando che qualsiasi dialogo rimarrà tuttavia impossibile finché Washington "non vorrà revocare la sua politica ostile nei confronti della Corea del Nord".

I precedenti rapporti suggerivano che le autorità nordcoreane non avessero ancora risposto all'"intervento diplomatico dietro le quinte" degli Stati Uniti, visto che il dialogo tra i due paesi ristagnava oramai da almeno un anno.

Il motivo di tale freddezza diplomatica da parte di Pyongyang pare sia motivato dalle parole del primo vice ministro nordcoreano che, secondo quanto riportato dall'agenzia di stampa nordcoreana, avrebbe sostenuto che tutto dipenda prima di tutto dall'atteggiamento della controparte americana.

"Gli Stati Uniti hanno cercato di contattarci da metà febbraio in vari modi. Recentemente hanno cercato di contattarci via e-mail, messaggi telefonici e altro. Anche la sera prima dell'esercitazione militare congiunta (tra USA e Corea del Sud), hanno inviato un messaggio implorandoci di rispondere alla loro richiesta attraverso un paese terzo".

Secondo il funzionario, l'amministrazione Biden dovrebbe però prima lasciarsi alle spalle la "folle teoria della minaccia dalla Corea del Nord” e la “retorica infondata sulla denuclearizzazione completa".

Il leader della Corea del Nord Kim Jong-un saluta i partecipanti alla parata militare.  - Sputnik Italia, 1920, 16.01.2021
La parata militare a Pyongyang, Kim Jong-un presenta "le armi più potenti al mondo"

"Non pensiamo che sia necessario rispondere di nuovo al vecchio trucco del temporeggiamento che attuano gli Stati Uniti", ha detto Choe. "Meglio farebbero a pensare a cosa dovremmo fare di fronte alla loro continua politica ostile nei nostri confronti.

Abbiamo già chiarito che contrasteremo gli Stati Uniti sul principio del ‘potere per il potere’ e della ‘buona volontà per la buona volontà’".

La dichiarazione arriva mentre il Segretario di Stato americano Antony Blinken e il Segretario alla Difesa Lloyd Austin si trovano a Seoul in visita ufficiale dove tengono colloqui paritari con le controparti. Durante tali colloqui, gli Stati Uniti hanno confermato i propri impegni per la denuclearizzazione del Nord e la difesa del Sud.

© AP Photo / J. Scott Applewhitegenerale Lloyd Austin
Pyongyang esorta Biden a rinunciare alla “folle teoria della minaccia dalla Corea del Nord” - Sputnik Italia, 1920, 18.03.2021
generale Lloyd Austin

Durante la sua campagna presidenziale dello scorso anno, Joe Biden aveva criticato Donald Trump per l'incontro con Kim Jong-un, in quanto non aveva portato a una battuta d'arresto nei programmi nucleari e missilistici della Corea del Nord. Aveva anche definito il leader nordcoreano un "delinquente", un "tiranno" e un "dittatore". Certamente non più diplomatici erano stati i media di Stato della Corea del Nord che avevano a loro volta definito Biden con tutti gli appellativi possibili – da “imbecille” a “cane rabbioso”.

A gennaio Kim Jong-un aveva per altro dichiarato che gli Stati Uniti erano il "più grande nemico" del suo Paese, sottolineando, tuttavia, che non escludeva contatti diplomatici tra Pyongyang e Washington.

Nel 2018, durante il primo incontro in assoluto tra i leader della Corea del Nord e degli Stati Uniti a Singapore, Donald Trump e Kim Jong-un  avevano firmato un accordo congiunto che avrebbe dovuto segnare l'allentamento delle relazioni tra i due paesi. I due leader si erano incontrati anche l'anno successivo ad Hanoi per proseguire i negoziati, ma senza riuscire a raggiungere alcun accordo sulla questione delle sanzioni. Da allora le relazioni tra i due paesi si sono irrigidite, con Pyongyang che ignora tutti i tentativi di contatto di Washington dalla metà di febbraio 2021 in seguito all'annuncio delle esercitazioni militari congiunte di marzo tra Stati Uniti e Corea del Sud.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала