Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Presidente Bce Lagarde: "2021 incerto, ma con miglioramenti"

© flickr.com / IMFChristine Lagarde, FMI
Christine Lagarde, FMI - Sputnik Italia, 1920, 18.03.2021
Seguici su
"Passata la crisi pandemica, l'eurozona vedrà una ripresa graduale, seppur lenta, dell'economia", annuncia il presidente Lagarde per le previsoni dal 2021.

Il presidente della Banca Centrale Europea Christine Lagarde ha annunciato i dati delle previsioni economiche per il 2021 e i prossimi anni. Nonostante le prime stime per il 2021 non mostrino dati troppo promettenti per l'immediato futuro, il presidente conferma la tendenza a un graduale ma costante miglioramento, nonostante le incertezze dettate dalla situazione di crisi del coronavirus nell'Eurozona.

Paolo Gentiloni - Sputnik Italia, 1920, 14.03.2021
Gentiloni: dopo la pandemia è possibile una ripresa economica “impetuosa”
Il Pil reale, afferma Lagarde, subirà una "crescita del 4% per il 2021, del 4,1% nel 2022 e del 2,1% nel 2023", confermando le stime fatte lo scorso dicembre 2020.

È previsto che i fattori causa dell'inflazione tenderanno a ridursi e sparire nell'arco del 2022, permettendo una crescita sul medio termine. Come ha ulteriormente sostenuto il presidente Lagarde, mantenere delle condizioni di finanziamento favorevoli durante la pandemia sarà un fattore chiave per il mantenimento della stabilità dei prezzi e per una ripresa della domanda di mercato.

La ripresa economica, tuttavia, varierà a seconda dei Paesi. Nel febbraio scorso, infatti, l'ex presidente Gentiloni si era pronunciato sulla prospettiva di ripresa economica dell'Europa, affermando che, malgrado le migliori aspettative, "nessuno Stato membro potrà tornare alle stesse proiezioni di crescita che aveva prima della crisi".

La sede dellas BCE a Francoforte - Sputnik Italia, 1920, 07.01.2021
BCE resta cauta sulla ripresa economica nell’UE: Coronavirus ancora attivo
La BCE ha inoltre stanziato ulteriori 500 miliardi di euro per prolungare il Pepp (Pandemic Emergency Purchase Programme) di altri nove mesi, fino a marzo 2022, compiendo un secondo rafforzamento del programma di acquisto di titoli pubblici e privati lanciato lo scorso marzo come prima reazione alla pandemia.

È inoltre previsto per la seconda metà del 2021 il lancio di altre tre Tltro, ossia vantaggiose aste bancarie per finanziare le imprese, programmi relativi alle operazioni mirate di rifinanziamento a più lungo termine. L'utilizzo di tali stimoli delineerebbe un quadro economico ancora instabile, ma con grandi prospettive di ripresa.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала