Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Al Bano dice sì al vaccino, purché non sia AstraZeneca. Ok Pfizer o Sputnik V

© Sputnik . Mikhail Fomichev / Vai alla galleria fotograficaAl Bano, il concerto a Mosca
Al Bano, il concerto a Mosca - Sputnik Italia, 1920, 18.03.2021
Seguici su
Al Bano si dice pronto a fare il vaccino, ma sull'AstaZeneca tentenna un poco e preferirebbe fare lo Pfizer o lo Sputnik V se fosse disponibile anche in Italia.

Il cantante pugliese Al Bano Carrisi si vuol vaccinare contro il coronavirus, dice ospite del programma radiofonico ‘Un giorno da Pecora’ di Radio 1 Rai, ma pretende “che ci sia un vaccino Pfizer o uno Sputnik”.

Per quanto riguarda invece il vaccino della casa farmaceutica AstraZeneca, Al Bano tentenna:

“Siamo pieni di allarmismi su questo vaccino, leggo i giornali e guardo la tv e mi chiedo: che facciamo con AstraZeneca? Voglio vedere come vanno le cose. Ci sono molti punti che mi tengono un po' lontano da questa verità”, ha affermato il cantante.

Da studio fanno notare che su AstraZeneca i dati critici riguardo questo vaccino sono irrisori e che al momento non ci sono correlazioni dirette tra le morti e la somministrazione, ma Al Bano risponde:

“Ho sentito le due campane, se c’è incertezza preferisco aspettare”.

Entro oggi si attende un pronunciamento ufficiale da parte dell’Agenzia europea per i medicinali (Ema).

Al Bano e il ritorno sul palcoscenico

“Se non vado errato l’ultimo (concerto, ndr) che ho fatto è stato il 23 dicembre del 2019”, ha ricordato Al Bano che si dice rammaricato per questo stop così prolungato.

E quando gli fanno notare che in Russia, dove il cantante è molto popolare, hanno già ripreso a fare concerti lui risponde:

“Sono in attesa di convocazione”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала