Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Vaccini, Coldiretti: ogni giorno di ritardo costa 350 mln di euro

© AP Photo / Alessandra TarantinoVaccino AstraZeneca
Vaccino AstraZeneca - Sputnik Italia, 1920, 17.03.2021
Seguici su
L'associazione coltivatori ha stimato il costo giornaliero in mancati consumi di ogni giorno di ritardo nei vaccini provocato dallo stop di Aifa ad Astrazeca

Lo stop ad AstraZeneca potrebbe amplificare la crisi economica con un "drammatico effetto a valanga sull'occupazione". A lanciare l'allarme è Coldiretti in una nota pubblica. In media ogni giorno di ritardo sui vaccini costerebbe 350 milioni di euro in mancati consumi, ha stimato l'associazione dei coltivatori. Un dato che si andrebbe a sommare ad un quadro giù grave di crollo della spesa delle famiglie. 

I negozi a Milano  - Sputnik Italia, 1920, 06.03.2021
Confesercenti lancia l'allarme sul crollo dei consumi: in un anno di pandemia persi 137 miliardi

Ad essere più penalizzato è il settore alberghiero e la ristorazione con un calo del 40,2%, seguiti dai trasporti giù del 26,5%  spese per ricreazione e cultura che scendono del 22,8%.

In media i consumi scendono dell’11,8%, sulla base dell’analisi Coldiretti su dati Istat relativi al 2020.

In particolare la crisi della ristorazione travolge interi comparti dell'agroalimentare e mette a rischio il Made in Italy, con vino e cibi invenduti per un valore stimato dalla Coldiretti in 11,5 miliardi dovuto alle restrizioni. Un anno di attività stop&go ha messo in ginocchio l’intera filiera dei consumo fuori casa che vale 1/3 della spesa alimentare degli italiani.

"La drastica riduzione dell’attività pesa infatti sulla vendita di molti prodotti agroalimentari, dal vino alla birra, dalla carne al pesce, dalla frutta alla verdura che trovano nel consumo fuori casa un importante mercato di sbocco", sostiene Coldiretti.

Pesano su questi settori le restrizioni al turismo, specie quello dall'estero, dopo l'azzeramento della stagione invernale e delle festività di Pasqua. Un'estate senza turisti stranieri, sottolinea Coldiretti, costerebbe al Paese 11,2 miliardi per le mancate spese nell’alloggio, nell’alimentazione, nei trasporti, divertimenti, shopping e souvenir.

"L’Italia è fortemente dipendente dall’estero per il flusso turistico con ben 23,3 milioni di viaggiatori stranieri" sottolinea la Coldiretti.   

In questo contesto è ritenuto importante l’arrivo sul tavolo della Commissione della proposta legislativa di regolamento comunitario per un Digital green pass con l’obiettivo di consentire gradualmente agli europei di muoversi in sicurezza all’interno o all’esterno dell’Ue, per lavoro o turismo.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала