Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Hong Kong, Cina protesta contro le nuove sanzioni americane

© AP Photo / Eugene HoshikoLa bandiera cinese
La bandiera cinese - Sputnik Italia, 1920, 17.03.2021
Seguici su
Le nuove sanzioni nei confronti di Pechino sono state annunciate dal Dipartimento di Stato USA ad inizio giornata.

Pechino si oppone alle nuove sanzioni statunitensi relative a Hong Kong, poiché vede la mossa come un'interferenza negli affari interni della Cina.

Ad affermarlo quest'oggi è il portavoce del ministero degli Esteri di Pechino, Zhao Lijian, avvertendo Washington che potrebbero essere intraprese delle misure di ritorsione.

"Questa è una grave violazione del diritto internazionale e delle principali norme delle relazioni internazionali, questa è una grave ingerenza negli affari interni della Cina. La Cina si oppone risolutamente", ha detto Zhao nel briefing quotidiano con la stampa.
© AP Photo / Vincent YuUn supporter pro-Cina sventola una bandiera cinese davanti all'Alta Corte di Hong Kong
Hong Kong, Cina protesta contro le nuove sanzioni americane - Sputnik Italia, 1920, 17.03.2021
Un supporter pro-Cina sventola una bandiera cinese davanti all'Alta Corte di Hong Kong

Le nuove sanzioni americane contro la Cina

Il Dipartimento di Stato americano ha annunciato all'inizio della giornata che il Paese imporrà sanzioni contro le organizzazioni finanziarie che conducono transazioni con altri 24 funzionari cinesi e di Hong Kong le cui azioni "hanno ridotto l'autonomia di Hong Kong".

La dichiarazione è stata rilasciata solo un giorno prima di una riunione ad alto livello prevista tra funzionari statunitensi e cinesi in Alaska.

Carrie Lam, Capo esecutivo di Hong Kong - Sputnik Italia, 1920, 08.03.2021
Hong Kong, Carrie Lam: "Riforme elettorali proposte dalla Cina sono ben accette"

Le proteste a Hong Kong e l'opposizione dell'Occidente

Negli scorsi mesi le autorità di Hong Kong hanno arrestato 100 persone, con 47 attivisti "pro-democrazia" che sono stati accusati di cospirazione per commettere sovversione ai sensi della legge sulla sicurezza nazionale adottata lo scorso anno.

La legislazione è stata criticata in Occidente, con paesi come Australia, Gran Bretagna, Canada e Stati Uniti che hanno espresso preoccupazione al riguardo dicendo che la legge reprimerà il dissenso.

Il ministro degli Esteri britannico Dominic Raab ha invitato il Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite a confrontarsi con la Cina su presunte violazioni dei diritti umani a Hong Kong e nella provincia dello Xinjiang.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала