Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Sputnik V in Italia: "Entro maggio fino a 10 milioni di dosi al mese"

© Foto : Istituto per la Sicurezza Sociale di San Marino / Andrea CostaLa fornitura del vaccino russo Sputnik V a San Marino
La fornitura del vaccino russo Sputnik V a San Marino - Sputnik Italia, 1920, 16.03.2021
Seguici su
L'8 marzo la Camera di Commercio italo-russa aveva annunciato lo "storico accordo" per portare in Italia il preparato anticovid dell'Istituto di Novosibirsk

Il volume di produzione del vaccino anticovid Sputnik V in Italia potrebbe raggiungere i 10 milioni di dosi al mese entro maggio. Ad affermarlo è Alexander Ginzburg direttore del Centro Gamaleya, dove il preparato è stato sviluppato.

"Sul territorio della Repubblica Italiana si stanno stabilendo le linee di produzione, e si parla su larga scala [...] più o meno entro maggio si ritiene che la produzione possa arrivare fino a 10 milioni di dosi al mese", sono state le parole di Ginzburg.

Il direttore del Centro Gamaleya ha quindi sottolineato che è stato dato il via ai negoziati per avviare la produzione dello Sputnik V anche in Francia e Germania.

L'accordo per la produzione di Sputnik V in Italia e in Europa

La Camera di Commercio italo-russa la scorsa settimana ha riferito in un comunicato che il Fondo russo per gli investimenti diretti (RDIF) e la compagnia farmaceutica ADIENNE Pharma&Biotech hanno siglato un accordo per la produzione del vaccino Sputnik V in Italia a partire da luglio.

Ieri la CCIR ha rilasciato una seconda nota alla stampa che puntualizza alcuni aspetti dell'accordo, rimarcando la totale apoliticità del progetto, con ADIENNE che ha invece precisato come sia ancora troppo presto per parlare del numero di dosi che saranno prodotte.

Ieri poi il RDIF, ente promotore dello Sputnik V all'estero, ha annunciato di aver raggiunto accordi con aziende italiane, spagnole, francesi e tedesche per avviare la produzione congiunta del vaccino russo.

Il vaccino russo Sputnik V contro il coronavirus a San Marino - Sputnik Italia, 1920, 15.03.2021
Sputnik V in Italia, Cavaleri (Ema): "Probabile ok a maggio"

Il primo vaccino registrato

L'11 agosto 2020, la Russia è diventata il primo paese al mondo a registrare un vaccino contro il coronavirus, lo Sputnik V, sviluppato dall'istituto di ricerca Gamaleya con il sostegno finanziario del Fondo russo per gli investimenti diretti (RDIF).

Secondo l'analisi degli studi clinici di fase 3 pubblicati su The Lancet, Sputnik V ha un tasso di efficacia del 91,6% contro il COVID-19 sintomatico.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала