Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

UK, sanzioni contro gli alleati di Bashar Al-Assad nel decimo anniversario del conflitto siriano

© Sputnik . Dmitry Vinogradov / Vai alla galleria fotograficaBandiera della Siria
Bandiera della Siria - Sputnik Italia, 1920, 15.03.2021
Seguici su
Le nuove misure restrittive contro gli alti funzionari siriani arrivano dopo un decennio da quando in Siria si è assistito ad una sanguinosa guerra civile che è cresciuta fino a coinvolgere fazioni regionali e straniere.

Il Regno Unito ha introdotto sanzioni contro sei funzionari vicini al presidente Bashar al-Assad. Le misure punitive riguardano il ministro degli Esteri Faisal Miqdad, il consigliere di Assad Luna al-Shibl, il finanziere Yassar Ibrahim, l'uomo d'affari Muhammad Bara’ Al-Qatirji, il comandante della Guardia Repubblicana Malik Aliaa e il maggiore dell'esercito Zaid Salah.

"Il regime di Assad ha sottoposto il popolo siriano a un decennio di brutalità per la temerarietà di chiedere riforme pacifiche. Oggi, stiamo trattenendo altre sei persone del regime per rendere conto del loro assalto agli stessi cittadini che dovrebbero proteggere", ha detto il ministro degli Esteri Dominic Raab annunciando le sanzioni.

Le misure punitive includono i divieti di viaggio e il congelamento dei beni contro i membri designati, ha dichiarato il Foreign Office in un comunicato stampa.

Questo segna la prima volta che il Regno Unito, dal suo ritiro dall'Unione Europea, ha punito autonomamente la Siria con delle sanzioni.

© Sputnik . Ministero della Difesa della Federazione Russa / Vai alla galleria fotograficaMilitari russi in Siria
UK, sanzioni contro gli alleati di Bashar Al-Assad nel decimo anniversario del conflitto siriano - Sputnik Italia, 1920, 15.03.2021
Militari russi in Siria

10 anni dall'inizio del conflitto in Siria

L'annuncio coincide anche con il decimo anniversario dell'inizio di una sanguinosa guerra civile protratta nella nazione mediorientale.

Quella che è iniziata come una rivolta il 15 marzo 2011 è rapidamente degenerata in un grave conflitto tra lo stato e i gruppi di opposizione, tra cui i famigerati terroristi di Daesh.

La guerra civile ha anche attirato attori internazionali. Nel 2015, Damasco ha chiesto l'assistenza di Mosca per contrastare le forze armate dell'opposizione, comprese le organizzazioni terroristiche, che avevano catturato vaste aree del territorio siriano.

Russia, Turchia e Iran sono attualmente i garanti del cessate il fuoco nella Siria dilaniata dalla guerra. La Russia svolge regolarmente operazioni umanitarie in tutto il paese e aiuta Damasco a fornire un passaggio sicuro per il ritorno dei rifugiati siriani.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала