Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Metropolitane a doppio binario. A Milano arriva il 5G, a Roma nuovo blocco per la linea C

© AP Photo / Luca BrunoUna donna in un vagone della metropolitana a Milano dopo l'inizio della Fase 2, Italia, il 4 maggio 2020
Una donna in un vagone della metropolitana a Milano dopo l'inizio della Fase 2, Italia, il 4 maggio 2020 - Sputnik Italia, 1920, 14.03.2021
Seguici su
La linea M4 del capoluogo lombardo sarà la prima in Europa dotata della tecnologia. Nella Capitale stop per i mancati pagamenti.

Per una è in arrivo la più avanzata delle tecnologie di comunicazione, il 5G, per l’altra, invece, mesi di ritardo, che si sommano a quelli già accumulati negli anni. Da una parte cinque linee in continua evoluzione, dall’altra tre linee di cui una ancora in fieri. Si parla della rete della metropolitana di Milano e Roma. Le due principali città d’Italia che vanno su binari separati e soprattutto a velocità ben diverse.

A Milano la prima rete con il 5G

La linea M4 del capoluogo lombardo sarà la prima in Europa a dotarsi della rete di ultima generazione grazie a un accordo tra Inwit e M4 SpA.

Sulla tratta Linate-Forlanini l'impianto di Inwit fornirà il supporto alle reti di ultima generazione ricevendo il segnale dei diversi operatori attivi nelle stazioni della linea blu con un servizio di alta tecnologia per gli oltre 86 milioni di passeggeri che percorreranno la tratta.

I lavori procederanno parallelamente con la realizzazione della linea metropolitana per 15 chilometri, che dovrebbe essere completata entro il primo semestre di quest'anno.
Metropolitane a doppio binario. A Milano arriva il 5G, a Roma nuovo blocco per la linea C - Sputnik Italia, 1920, 14.03.2021
Metropolitana Milano

Lo stop nella Capitale

I cantieri della metro C di Roma sono nuovamente vicini a uno stop: questa volta non per il ritrovamento di un reperto archeologico, ma per mancanza di fondi a causa del mancato pagamento da parte del Comune di Roma al Consorzio incaricato di costruire la tratta.

La minaccia arriva proprio dal Consorzio Metro C che chiede in una lettera inviata alle autorità capitoline “per l’ennesima volta”, di risolvere la vertenza da circa 700 milioni di euro, quello degli interessi sui lavori già effettuati, e mai pagati, che ammontano a 22 milioni.

Il Comune aveva stabilito di pagare soltanto il capitale liquidato, ma questo taglio è stato dichiarato inammissibile dalla Corte d’Appello di Roma.

Il Consorzio è pronto a presentare un esposto alla Corte dei Conti per il comportamento del Campidoglio.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала