Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Genova: positiva infermiera che aveva rifiutato il vaccino. Toti pensa a renderlo obbligatorio

© REUTERS / Heo RanSiringa con il vaccino anti-COVID
Siringa con il vaccino anti-COVID - Sputnik Italia, 1920, 14.03.2021
Seguici su
Un'infermiera del Policlinico San Martino di Genova, che si era rifiutata di fare il vaccino, è risultata positiva scatenando un nuovo focolaio all'interno della struttura. L'infettivologo Bassetti ha lanciato un'appello tramite i social per regolarizzare la vaccinazione in relazione agli operatori sanitari.

Nella giornata di ieri un operatore sanitario del Policlinico San Martino di Genova è risultato positivo al coronavirus ed ha infettato alcuni pazienti generando un cluster ospedaliero. L'infermiera in questione aveva deciso di non sottoporsi alla vaccinazione contro il Covid, ma l'episodio ha scatenato reazioni sull'argomento.

L'infettivologo e direttore Clinica Malattie Infettive dell'ospedale Matteo Bassetti ha espresso la sua opinione tramite i social, lanciando un appello sul regolarizzare la vaccinazione degli operatori sanitari.

"Sostengo, insieme ad altri colleghi, da vari mesi la necessità di una legge nazionale per rendere obbligatorio il vaccino per i sanitari, che operano nelle strutture sanitarie italiane. [...] Occorre intervenire rapidamente su questo tema per evitare nuovi episodi in altri ospedali e strutture sanitarie del paese. Non aver pensato per tempo ad una legge nazionale sul tema, denota la mancanza di una cultura politica vaccinale" si legge nel post di Bassetti.

Посмотреть эту публикацию в Instagram

Публикация от Prof. Matteo Bassetti (@matteo.bassetti_official)

Quest'ultimo ha poi aggiunto la richiesta al premier di intervenire per garantire la sicurezza negli ospedali.

"Come medici e sanitari che hanno a cuore la salute dei nostri pazienti, chiediamo al presidente Draghi di intervenire con urgenza per garantire sicurezza e serietà ai nostri ospedali. Non si può più aspettare. Ci vuole una legge Urgente" ha concluso Bassetti.

Toti: "Valutare la possibilità di una legge regionale"

Anche il Presidente della regione Liguria ha commentato il fatto tramite i social, affermando che è necessario riflettere sulla possibilità di rendere obbligatorio il vaccino per medici, infermieri, operatori e personale sanitario.

"Oggi, con più di 100 mila morti in Italia a causa della pandemia, sapere che qualcuno che ricopre un ruolo così importante nella lotta al virus, pur potendo vaccinarsi sceglie di non farlo, rappresenta un problema in più che avremmo preferito evitare e di cui il Governo dovrebbe farsi carico [...] Ho dato mandato ai miei uffici di valutare la possibilità di intervenire con una legge regionale per obbligare questa categoria a vaccinarsi" ha affermato Toti tramite un post su Facebook.

"Chi fa questo lavoro e rifiuta di proteggere se stesso con il vaccino di fatto non protegge i pazienti di cui dovrebbe prendersi cura. E questo non è accettabile" ha concluso il governatore ligure.

La Liguria dall'inizio della pandemia ha registrato un totale di 82.323 casi, con 72.366 guariti e 3.728 decessi. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала