Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Perde la laurea del figlio per colpa del volo in ritardo: Ryanair risarcirà il papà

© AFP 2021 / Philippe HuguenAereo Ryanair
Aereo Ryanair  - Sputnik Italia, 1920, 13.03.2021
Seguici su
La compagnia lowcost irlandese condannata a pagare anche i danni morali dal giudice di pace di Bari, che nella sentenza sottolinea come la mancata partecipazione alla laurea del figlio per un genitore sia una "perdita irreparabile".

Non solo il rimborso del biglietto e quello previsto dai regolamenti comunitari, ma anche il risarcimento dei danni morali nei confronti di un genitore che per colpa del ritardo di un volo della Ryanair non ha potuto assistere alla laurea del figlio.

Il giudice di pace di Bari, Marilia Bonelli, ha infatti condannato la compagnia aerea irlandese a risarcire con 1.131 euro il papà di Niccolò, studente barese che nel settembre del 2019 si è laureato al Politecnico di Milano.

È proprio alla fine dell’estate del 2019 che inizia la vicenda di Niccolò e suo padre. Il genitore è arrivato all’aeroporto Karol Wojtyla di Bari all’alba. In mano, il biglietto aereo del volo Ryanair FR4659 che lo porterà a Bergamo. Da lì si sposterà a Milano per assistere alla seduta di laurea di suo figlio.

Il Boeing della low cost avrebbe dovuto staccarsi da terra alle 6.30 del mattino. Ma invece della chiamata al gate per l’imbarco, dagli altoparlanti arriva la comunicazione del ritardo del volo. Passano le ore e via via l’emozione lascia spazio all’ansia ed infine alla rabbia, quando questo papà capirà che non sarebbe mai arrivato in tempo alla laurea del suo ragazzo.

L’aereo decollerà soltanto alle 19,17, 12 ore dopo. Troppo tardi per il padre di Niccolò, che quel giorno rimarrà bloccato a Bari. La frustrazione è talmente grande che l’uomo decide di rivolgersi ad un sito che offre aiuto ai viaggiatori che hanno subito disagi, rimborsovoli.it.

Ma il papà non si accontenta di ottenere il rimborso del prezzo del biglietto e la compensazione. È determinato a portare la compagnia in tribunale. Vuole il rimborso dei danni morali per lo smacco subìto. Così entra in contatto con Michele Tarquinio, avvocato foggiano che nel 2005 ha fondato la piattaforma.

Il legale presenta ricorso e nei giorni scorsi arriva la sentenza del giudice di pace di Bari, che mette nero su bianco come la mancata partecipazione alla seduta di laurea di un figlio sia una “perdita irreparabile” e condanna Ryanair a rimborsare l’uomo per i danni morali con 500 euro, oltre a pagare la compensazione di 250 euro prevista dalle norme Ue, il prezzo del biglietto di 73,04 euro e 308 euro di spese legali.

Insomma, prendere quell’aereo, sottolinea il giudice era “essenziale” per il papà di Niccolò. Per questo, la compagnia ha creato non solo un danno economico ma anche morale al passeggero.

Entusiasta l’avvocato Tarquinio, che a Repubblica spiega che avventure come quella vissuta dal genitore barese sono molto frequenti tra i passeggeri. “Noi ci adoperiamo quotidianamente per tutelarli e lo facciamo gratuitamente", ha spiegato il fondatore del sito.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала