Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Miliardi di mascherine abbandonate ovunque, dalla catastrofe sanitaria a quella ambientale

© AFP 2021 / Heiko Junge / NTB ScanpixUna ragazza appende le mascherine
Una ragazza appende le mascherine - Sputnik Italia, 1920, 13.03.2021
Seguici su
Le mascherine che ci proteggono contro il coronavirus si aggiungono al problema ambientale, e in futuro saremo forse costretti a raccoglierne da tonnellate.

L’emergenza climatica non è solo l’unione di due parole, ma una Risoluzione approvata dal Parlamento europeo nel 2019 che l’ha decretata ufficialmente come valida su tutto il territorio della UE.

Sappiamo tuttavia che l’emergenza climatica è mondiale, come sappiamo che la pandemia ha un po’ annebbiato le tematiche ambientale. Tuttavia c’è un dispositivo necessario in questa emergenza sanitaria globale che rischia di lasciare un ulteriore lascito negativo, sono le mascherine.

Nel mondo abbiamo infatti prodotto miliardi di mascherine, e miliardi continuiamo a produrne per difenderci contro il virus. Fin qui tutto bene e lecito, anzi, doveroso. Soltanto che il problema ambientale sorge nel dopo utilizzo.

Molte mascherine, infatti, vengono semplicemente abbandonate nell’ambiente e non correttamente conferite nei cestini dell’immondizia indifferenziata o in quelli della differenziata se i materiali di cui sono composte lo consentono.

Le mascherine e la plastica

Molte mascherine, in particolare quelle usa e getta (quelle di colore azzurro per intenderci), sono composte di materiali plastici e sono proprio quelle ad essere maggiormente abbandonate dalle persone. Dove? Ovunque, tanto che già se ne trovano da mesi in mare ed anche in montagna.

Mascherine - Sputnik Italia, 1920, 14.06.2020
Scandalo mascherine in Toscana: azienda di Prato vendeva mascherine illegali alla Protezione Civile

Le mascherine rischiano di aggiungersi all’emergenza plastica, all’emergenza rifiuti abbandonati ovunque nell’ambiente, rischiano di lasciarci in eredità un altro problema ambientale.

La ricerca

Una ricerca condotta dall’Università del Sud della Danimarca e dalla Princeton University, ha lanciato l’allarme sul problema.

Non ci sono, infatti, linee guida sul corretto smaltimento delle mascherine e quindi le persone non sanno dove devono gettarle: indifferenziato, multimateriale, plastica…

Ma queste mascherine rilasciano nano particelle di plastica (nanoplastica).

Cosa fare?

Da cittadini basterebbe semplicemente riportarle a casa e gettarle quantomeno nell’indifferenziato. Si eviterebbe almeno la dispersione in ambiente aperto.

Inoltre sarebbe preferibile usare le mascherine FFP2 o KN95 o altri tipi approvati più durevoli, evitando l'uso delle mascherine usa e getta. Ridurremmo la quantità di mascherine disperse in ambiente aperto.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала