Svolta green: Beppe Sala lascia il PD e aderisce ai Verdi Europei

CC BY 2.0 / Maurizio Costanzo / Il giornalista Beppe Severgnini e il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, alla 48esima BarcolanaIl giornalista Beppe Severgnini e il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, alla 48esima Barcolana
Il giornalista Beppe Severgnini e il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, alla 48esima Barcolana - Sputnik Italia, 1920, 12.03.2021
Seguici suTelegram
Beppe Sala cambia casacca e indossa quella color verde, passa infatti dal Partito Democratico ai Verdi Europei, ma rassicura che la sua alleanza è di centrosinistra.

Altro piccolo ma significativo terremoto nel Partito Democratico che perde il suo sindaco di punta, Beppe Sala, il quale si era candidato per correre per un secondo mandato alla guida della città di Milano.

Intervistato dal quotidiano La Repubblica ha annunciato a sorpresa di essere passato con i Verdi Europei. Il motivo?

“Perché non c’è più tempo da perdere. La questione ambientale riguarda il nostro presente e il futuro dei nostri figli. Come cittadino e come sindaco sono sempre più convinto che il miglioramento delle politiche pubbliche parta dalle strategie di sviluppo delle città”.

Tuttavia ad aver spinto il sindaco di Milano a lasciare il Partito Democratico con il quale aveva vinto cinque anni fa la carica di primo cittadino della città meneghina, ci sarebbe anche il terremoto interno al PD con il segretario Nicola Zingaretti dimessosi pochi giorni fa a causa di uno “stillicidio” quotidiano.

Beppe Sala - Sputnik Italia, 1920, 31.01.2021
Beppe Sala come Dante Alighieri: Fontana lo metterei in purgatorio a espiar colpe

Aderendo ai Verdi Europei, Beppe Sala aderisce ai Verdi Italiani, con i quali dice che ora bisogna “rinnovarsi, costruire un processo largo, attraente, coinvolgente” e visto che le amministrative sono state rimandate dalla primavera all’autunno, il sindaco uscente avrà il tempo per costruire la campagna elettorale verde.

Inoltre Sala fa notare che, mentre in Italia i Verdi hanno solo tre parlamentari e valgono meno del 2%, secondo i sondaggi elettorali, in Europa “sono al governo in sei Paesi” ed “esprimono sindaci in città come Amsterdam, Dublino, Stoccarda”.

Le alleanze non cambiano

Per quanto riguarda le alleanze, afferma Sala, queste non cambiano “la mia coalizione è e resta di centrosinistra”, anche perché le “alleanze per Milano si decidono a Milano” dice e strizza l’occhio ai grillini: “Vediamo se i 5 Stelle faranno, in Italia e in Europa, una scelta di campo”.

Svolta green: Beppe Sala lascia il PD e aderisce ai Verdi Europei - Sputnik Italia, 1920, 12.03.2021
Carlo Tognoli e Beppe Sala

Sala, infine, è sicuro che i cittadini lo seguiranno, perché “più che sulle alleanze fra i partiti, vogliono proposte e risposte sugli asili, sulla salute delle loro imprese, sulla qualità della loro vita”.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала