Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Rabbia di Di Battista contro il governo Draghi: avete rotto i…

© AP Photo / Alessandra TarantinoAlessandro Di Battista
Alessandro Di Battista - Sputnik Italia, 1920, 12.03.2021
Seguici su
Alessandro Di Battista si sfoga sui social network, sceglie un post Facebook per dire la sua sul governo Draghi e sui 32 miliardi che giacciono fermi e non vengono smistati tra gli italiani.
“Dal 20 gennaio scorso sono a disposizione 32 miliardi di euro per i ristori, sono passati 51 giorni e neppure è stato approvato il decreto. Francamente e lo dico in modo ‘moderato ed evoluto’, avete rotto i coglioni!”.

Lo scrive in conclusione del suo breve post Facebook l’ex volontario dei grillini, Alessandro Di Battista, con un tono evidentemente non sereno.

Riavvolgendo il nastro, “l’evoluto” Di Battista parte dalla notizia più recente della giornata che è quella del lockdown a Pasqua. Deve evidentemente averglieli fatti girare come a milioni di italiani, e così si sfoga sui social non di più e non di meno di come milioni di italiani fanno tutti i giorni.

“A quanto pare si va verso una nuova stretta, inclusa la chiusura delle scuole i cui effetti – sociali e psicologici - saranno visibili per anni”, scrive l’ex pentastellato.

“Non credo che al governo vi siano masochisti per carità – prosegue – Evidentemente i ‘migliori’ sono preoccupati come noi comuni mortali dell'avanzata delle varianti. Però c'è un però. I ‘migliori’ al governo hanno, oggettivamente, il culo al caldo. Ergo muovano le natiche (in molti casi flaccide e compromesse) ed eroghino sostegni economici alle categorie più colpite (quasi tutte eccetto la loro)”, scrive con un tono molto colorito.

‘Dibba’ chiede che si forniscano gli aiuti necessari “ai genitori con figli piccoli” e “ai piccoli imprenditori, a chi lavora nel settore sportivo, alla classe media in sostanza, perché si sta dissanguando”.

Date l’esempio

E siccome non basta solo parlare e giudicare e fare decreti, Di Battista chiede ai politici di dare l’esempio “nessuno escluso” forse riferendosi anche ai suoi ex amici del M5S.

“Da un anno la classe politica (nessuno escluso) chiede sacrifici ai cittadini magnificando i tanti esempi virtuosi e colpevolizzando chi non si comporta adeguatamente. Ebbene date l'esempio anche voi. Ad oggi ciascun parlamentare (oltre agli stipendi favolosi che ottiene ogni mese) ha maturato 31.500 euro di assegno di fine mandato. Il TFR degli onorevoli. 31.500 euro X 945 parlamentari (membri del governo inclusi) fa circa 30 milioni di euro. Non si fanno miracoli con 30 milioni di euro ma si dà l'esempio.”

E quindi l’affondo ai grillini:

“Gianroberto Casaleggio insisteva sempre sull'importanza di dare l'esempio. E allora date l'esempio e non solo giudizi, perché chi giudica lo fa dall'alto di una tranquillità economica che oggi hanno davvero in pochi nel nostro Paese”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала