Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

AstraZeneca: a Trapani morto carabiniere con dose lotto vietato, ma autopsia non conferma nesso

© Sputnik . Vladimir Trefilov / Vai alla galleria fotograficaAstraZeneca
AstraZeneca - Sputnik Italia, 1920, 11.03.2021
Seguici su
Nei giorni scorsi sempre in Sicilia l'agente Davide Villa e il sottufficiale di Marina Stefano Paternò erano deceduti dopo aver ricevuto le prime dosi del vaccino AstraZeneca del lotto ABV2856, il cui utilizzo in Italia è stato vietato oggi dall'Aifa.

L'autopsia ordinata dalla Procura di Trapani dopo il decesso del maresciallo dei carabinieri 54enne, Giuseppe Maniscalco, morto lo scorso 20 febbraio per infarto oltre 48 ore dopo la somministrazione del vaccino di AstraZeneca del lotto ABV2856, vietato oggi dall'Aifa, non ha trovato un nesso tra il preparato anti-Covid e la morte del militare. A comunicarlo è stato l’assessore alla Salute della Regione Sicilia Ruggero Razza.

"Le prime indagini hanno dimostrato che una sospetta correlazione sembra essere non dimostrata e anzi scongiurata", ha affermato Razza citato da NewsSicilia, aggiungendo che "la Regione Siciliana avrebbe voluto essere presente con un proprio consulente nelle attività autoptiche ma in un confronto fatto con le autorità giudiziaria, non c’era questa possibilità, mentre vi sarà all’indomani della conclusione delle attività del pm la possibilità di approfondire dal punto di vista medico-legale".

"Soltanto le attività in corso dell’autorità giudiziaria potranno stabilire se le morti sono avvenute in seguito alla somministrazione del vaccino", ha sottolineato l'assessore. 

Riguardo al lotto ABV2856, il cui utilizzo in Italia è stato vietato oggi dall'Aifa dopo essere finito sotto la lente di ingrandimento per "casi gravi avversi" di effetti collaterali e usato per vaccinare il maresciallo Giuseppe Maniscalco, così come 2 altri militari in Sicilia morti nei giorni scorsi, l'assessore Razza ha chiarito che nella Regione sono state consegnate "20.500 dosi, di queste sono state somministrate 18.194. Per le rimanenti 2.306, a seguito della decisione dell’Aifa, abbiamo sospeso la somministrazione." 

Vaccino AstraZeneca - Sputnik Italia, 1920, 11.03.2021
Aifa vieta utilizzo di un lotto di AstraZeneca

Infine l'assessore ha dichiarato che la sospensione dell'uso dei vaccini di AstraZeneca riguarda solo le dosi di questo lotto sospeso dall'Aifa.

"Nelle scorse ore, a margine della Conferenza Unificata, ho sentito il ministro Speranza, il quale mi ha confermato che il provvedimento di sospensione riguarda solo questo lotto e in ogni caso il Governo Italiano ha chiesto ad Aifa un controllo sulle dotazioni. Analoga attività è stata chiesta all’Ente Regolatore Europeo, che è EMA".

Oggi è stato comunicato delle due altre morti sospette a Catania, si tratta di un militare di 43 anni, Stefano Paternò, e un poliziotto dell’Anticrimine di Catania, Davide Villa, 50 anni. 

Paternò ha ricevuto la prima dose del vaccino AstraZeneca del lotto ABV2856 l'8 marzo e 12 ore dopo è morto nella sua abitazione a seguito di un infarto. Il corpo è stato trasferito presso l’ospedale Cannizzaro di Catania dove è stata disposta l’autopsia che avverrà nella giornata di domani venerdì 12 marzo. La Procura di Siracusa ha aperto un’inchiesta, stanno indagando dieci persone per omicidio colposo.

Villa è morto il 7 marzo, 12 giorni dopo la somministrazione della prima dose. Avrebbe iniziato a sentirsi male già dal giorno successivo all’inoculazione della dose, per poi peggiorare nei giorni successivi. In questo caso la causa della morte sarebbe da attribuire a una trombosi venosa profonda, poi tramutatasi in emorragia cerebrale. La Procura di Catania ha aperto un fascicolo.

Il direttore generale dell'Aifa, Nicola Magrini, citato dal Fatto Quotidiano, ha spiegato che "si è arrivati alla sospensione di un lotto del vaccino AstraZeneca in seguito alla comunicazione, partita anche dalla Procura di Siracusa, relativa a tre eventi avversi fatali che hanno portato alla necessità in via precauzionale al fine di acquisire tutti gli elementi di esclusione di un nesso di causalità. I dati non sono causalmente provati e vanno ulteriormente investigati. Ieri abbiamo pubblicato il secondo Rapporto degli eventi avversi per tutti i vaccini; ci sono stati in generale una quarantina di decessi, tutti valutati come non correlati al vaccino stesso". 

In precedenza, l’Aifa ha comunicato che a seguito della segnalazione di alcuni eventi avversi gravi, che non specifica, ha deciso di sospendere solo l’uso del lotto AstraZeneca ABV2856, affermando che non vi è al momento alcun nesso di causalità tra la somministrazione del vaccino e tali eventi.

Intanto l'Ema oggi ha affermato di essere a conoscenza del fatto che le autorità danesi e altri Paesi europei hanno sospeso la campagna di vaccinazione con il vaccino anti-Covid-19 AstraZeneca. Tuttavia ha comunicato che "attualmente non ci sono indicazioni che la vaccinazione abbia causato queste condizioni" e che i coaguli di sangue non "sono elencati come effetti collaterali con questo vaccino".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала