Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Nuovo studio rivela quando la Terra finirà l'ossigeno

CC0 / Pixabay / Il pianeta Terra e la Luna
Il pianeta Terra e la Luna - Sputnik Italia, 1920, 10.03.2021
Seguici su
L'ossigeno è un elemento essenziale, comunemente accettato come possibile indicatore di vita sugli esopianeti. Tuttavia l'atmosfera ossigenata della Terra, che la rende abitabile, potrebbe non essere permanente.

Tutto l'ossigeno sulla Terra potrebbe scomparire nel prossimo miliardo di anni, provocando potenzialmente la morte di tutti gli animali e le piante del pianeta. Lo rivela un nuovo studio pubblicato su 'Nature Geoscience'.

Secondo i risultati, la durata della vita dell'atmosfera ricca di ossigeno della Terra è stimata in un miliardo di anni, anche se tale durata rimane ancora incerta. 

"Per molti anni, la durata della vita della biosfera terrestre è stata discussa sulla base delle conoscenze scientifiche sul costante aumento della luminosità del Sole e del ciclo geochimico globale di carbonato-silicato", ha detto il ricercatore Kazumi Ozaki, assistente professore alla Toho University.

Gli scienziati dietro lo studio ritengono che la deossigenazione sia "una conseguenza inevitabile" dell'aumento dei flussi solari, poiché il Sole sta invecchiando ed emette più calore.

"L'atmosfera dopo la grande deossigenazione è caratterizzata da metano elevato, bassi livelli di CO2 e nessuno strato di ozono. Il sistema terrestre sarà probabilmente un mondo di forme di vita anaerobiche", ha detto Ozaki.

I risultati si basano su un modello dell'evoluzione dell'atmosfera terrestre costruito con l'uso di un approccio stocastico, consentendo al team di effettuare una valutazione probabilistica della durata della nostra atmosfera ossigenata.

Il modello è stato eseguito oltre 400 mila volte con vari parametri per suggerire che l'ossigeno sulla Terra potrebbe avere solo un altro miliardo di anni prima che la radiazione solare lo distrugga.

Poiché la ricerca è stata condotta come parte del programma NexSS della NASA, che esplora l'abitabilità degli esopianeti, il team ha sottolineato che potrebbe essere utile per gli scienziati prendere in considerazione ulteriori biosoignature applicabili a mondi debolmente ossigenati e anossici per cercare forme di vita oltre il sistema solare.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала