Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Di Maio: "La pandemia è il problema numero 1, partiti si concentrino sulla gestione della pandemia"

© AP Photo / Alessandra TarantinoCoppia di anziani sul balcone con la bandiera dell'Italia con la scritta "Andrà tutto bene" a Roma
Coppia di anziani sul balcone con la bandiera dell'Italia con la scritta Andrà tutto bene a Roma - Sputnik Italia, 1920, 07.03.2021
Seguici su
Il ministro degli Esteri chiede alle forze politiche di non farsi distrarre da altre questioni e parla dei nuovi interventi economici per compensare gli effetti delle restrizioni.

In un post su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio torna sui punti principali dell'agenda politica e di governo e lancia un appello alle forze politiche a non farsi distrarre e a concentrarsi sulla gestione della pandemia che è "il problema numero 1".

"Serve che tutte le forze politiche si concentrino sulla gestione della crisi sanitaria da ogni punto di vista" e  "nessuno può permettersi di scegliere: la strada da seguire è già tracciata ed è obbligatoria. Rimaniamo uniti, lo dobbiamo alla nostra Nazione", ha scritto ancora il ministro.

E poi ha enumerato in breve tutti i punti all'ordine del giorno dell'agenda governativa.

La curva dei contagi in aumento

Per il titolare della Farnesina bisogna tenere d'occhio l'andamento dei contagi: "Nelle ultime 24 ore in Italia abbiamo registrato oltre 20mila nuovi casi, con un tasso di positività che sale al 7.6%. Aumentano di nuovo i ricoverati in terapia intensiva e piangiamo complessivamente quasi 100mila vittime", ha scritto.

Oggi in Italia si contano altri 20.765 casi Covid, per un totale di 3.067.486 infezioni dall'inizio della pandemia. Un tasso che resta in crescita e che preoccupa le autorità. Una percentuale di contagi che ha causato i nuovi cambi di colore per le Regioni, che saranno in vigore da domani.

"Con questi numeri servono misure più rigide, come sta chiedendo anche il comitato tecnico scientifico", ha scritto Di Maio portando l'attenzione dei partiti sulla vera emergenza.

Da lunedì 8 marzo la Campania entra in zona rossa, Veneto e Friuli Venezia Giulia passano in zona arancione. Lombardia e Piemonte si spostano in fascia arancione rafforzato, Valle d’Aosta, Liguria, Lazio, Calabria,  Puglia e Sicilia restano gialle.

Il Decreto Sostegni

Il ministro ha spiegato nel suo post che con i dati di contagi che si susseguono il governo Draghi deve "subito individuare e mettere in campo gli interventi economici per compensare gli effetti delle nuove restrizioni. Velocità e decisione sono fondamentali".

E in queste ore dal ministero dell'Economia sono trapelate alcune indiscrezioni sul maxi provvedimento e i suoi contenuti: un miliardo di euro per finanziare il Reddito di cittadinanza, l'estensione del Reddito di emergenza e il calcolo dei ristori in base alle perdite reali subite su base annua e non mensile.

Nuove restrizioni

Per Di Maio è necessario ragionare sulla possibilità di nuovi lockdown, mirati, ma obbligati. Come accade con il nuovo sistema dei lockdown locali nelle aree ad alta incidenza dei contagi o dove le nuove infezioni superano i 250 casi ogni 100mila abitanti in una settimana, come stabilito dalle ultime linee guida del Cts.

"Non ci sono alternative a misure più rigide, perché se è vero che ci siamo abituati alla convivenza con il virus, è altrettanto vero che questa ondata è provocata da nuove varianti che stanno preoccupando tutta Europa e vanno contenute. Ed è per questo che non possiamo abbassare la guardia o lasciarci distrarre da questioni secondarie".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала