Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Storico incontro tra il Papa Francesco e l'ayatollah sciita Al Sistani

© REUTERS / Iraqiya TV/Reuters TVIl Papa Francesco arriva a Baghdad nella prima visita internazionale durante la crisi pandemica
Il Papa Francesco arriva a Baghdad nella prima visita internazionale durante la crisi pandemica - Sputnik Italia, 1920, 06.03.2021
Seguici su
Durante l'incontro, avvenuto nella città irachena di Najaf, i due leader religiosi hanno sottolineato l'importanza del dialogo interreligioso per raggiungere la pace.

Sabato mattina il Papa ha incontrato nella città irachena di Najaf l'ayatollah Alì al Sistani, massima autorità spirituale per gli sciiti dell'Iraq. Un incontro storico nel quale i due capi religiosi hanno lanciato un appello alla pacifica convivenza nel Paese dilaniato dalla guerra e dal terrorismo. E' la prima volta che un pontefice incontra un leader sciita. 

 L'importanza della convivenza pacifica" e "le grandi sfide dell'umanità" sono stati i due temi affrontati nel dialogo dalle massime autorità religiose. Il Papa ha lanciato un appello per la collaborazione fra le comunità religiose. 

"(Lui) ha sottolineato l'importanza della collaborazione e dell'amicizia tra le comunità religiose in modo che, coltivando il rispetto e il dialogo reciproci, possono contribuire al bene dell'Iraq e della regione", ha sottolineato il Vaticano in una nota pubblicata dopo l'incontro, secondo quanto riporta l'agenzia Reuters.

Sistani ha invitato i leader religiosi mondiali a esercitare il loro potere affinché "il buon senso e la saggezza prevalgano sulla guerra". 

Le grandi potenze "non devono sponsorizzare il proprio interesse personale a scapito del diritto delle persone a vivere in libertà e dignità", ha aggiunto, sottolineando che i cristiani dell'Iraq dovrebbero vivere come tutti gli altri iracheni. in pace e convivenza.

Il colloquio si è tenuto in forma privata nell'abitazione di Sistani ed è andato avanti per circa 45 minuti. Dell'incontro è stata diffusa un'immagine che ritrae Papa Francesco e il Grande Ayatollah Sistani, nella sua caratteristica tunica nera con turbante. La guida suprema degli sciiti iracheni non appare mai in pubblico. 

​Chi è l'Ayatolla Sistani

Il 90enne Al Sistani è una figura prominente dell'Islam sciita, massima autorità religiosa sia all'interno che all'esterno dell'Iraq, capo carismatico di statura quasi mitica per milioni di sciiti. L'ayatollah è intervenuto nei momenti più drammatici dell'Iraq, Paese travolto da anni di guerra prima con il vicino Iran e poi attaccato dalla coalizione occidentale a guida dagli Usa, prima nel 1991 sotto Bush padre e poi nel 2003, da Bush figlio. Nel 2005 l'Ayatollah ha avuto un ruolo determinante durante le elezioni, invitando gli iracheni al voto, il primo dopo la caduta di Saddam Hussein. 

Il Papa Francesco arriva a Baghdad nella prima visita internazionale durante la crisi pandemica - Sputnik Italia, 1920, 05.03.2021
Primo discorso del Papa in Iraq: “Grato dell’opportunità di compiere questa visita” - Video

Nel 2014 con i suoi editti ha radunato centinaia di migliaia di uomini per resistere allo Stato islamico nel 2014 e nel 2019 ha sostenuto le mobilitazioni di massa che hanno poi portato al rovesciamento del governo. Secondo quanto riporta Reuters, Sistani avrebbe accettato di incontrare il Papa a condizione che non fossero presenti ai colloqui i funzionari iracheni. 

L'incontro è avvenuto a Najaf, terza città sacra per i musulmani dopo La Mecca e Medina, durante la visita storica del Papa in Iraq, la prima per un pontefice e il primo viaggio internazionale durante la pandemia.

Dopo i colloqui con Sistani, il pontefice si è diretto alla città di Nassirya. Il viaggio di Bergoglio è iniziato venerdì 5 marzo e si concluderà l'8 marzo. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала