Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Per il Wall Street Journal Biden ha annullato raid pianificato in Siria il 26 febbraio

© AFP 2021 / MANDEL NGANIl presidente degli Stati Uniti Joe Biden
Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden - Sputnik Italia, 1920, 04.03.2021
Seguici su
Il presidente americano Joe Biden aveva pianificato due attacchi in Siria il 26 febbraio, ma ne ha annullato uno dopo aver ricevuto un rapporto di ricognizione dal campo di battaglia secondo cui una donna e un paio di bambini erano stati avvistati in un cortile in prossimità della zona del potenziale raid.
"Una donna e un paio di bambini erano nel cortile di uno degli obiettivi, secondo la ricognizione del campo di battaglia; con gli F-15E in volo verso i bersagli, Biden ha annullato di colpire il secondo target, ma ha ordinato di proseguire l'attacco contro il primo obiettivo", si afferma in un articolo pubblicato dal Wall Street Journal.

Funzionari statunitensi hanno affermato che l'obiettivo dell'operazione non era di intensificare uno scontro con l'Iran, ma di rispondere a un attacco missilistico avvenuto il 15 febbraio nel nord dell'Iraq contro la coalizione a guida americana.

Un altro obiettivo chiave era non indebolire il primo ministro iracheno Mustafa al-Kadhimi, che Washington considera un alleato nella lotta contro i terroristi dell'Isis, movimento fondamentalista islamico bandito in Russia e in molti altri Paesi.

Il 15 febbraio, l'aeroporto di Erbil, situato nella regione del Kurdistan iracheno, è stato l'obiettivo di un attacco missilistico che ha provocato almeno una vittima e diversi feriti, incluso un americano.

L'attacco di rappresaglia del 26 febbraio è stata la prima operazione militare dell'amministrazione Biden da quando si è insediato alla Casa Bianca a gennaio.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала