La Croazia chiede alla Russia la documentazione sul vaccino anti-Covid "Sputnik V"

© Foto : Istituto per la Sicurezza Sociale di San Marino / Andrea CostaLa fornitura del vaccino russo Sputnik V a San Marino
La fornitura del vaccino russo Sputnik V a San Marino - Sputnik Italia, 1920, 04.03.2021
Seguici suTelegram
Le autorità croate sono pronte a ordinare il vaccino Sputnik V sviluppato dal Centro di ricerca russo Gamaleya dopo le opportune verifiche del regolatore statale: alla Russia è stata richiesta la documentazione, ha dichiarato il premier Andrej Plenkovic in una riunione del consiglio dei ministri.

"Alle autorità russe abbiamo richiesto la documentazione aggiuntiva sul vaccino Sputnik V in modo che possiamo essere sicuri dell'efficacia e dell'affidabilità del vaccino, dopodiché possiamo decidere ulteriori passaggi in conformità con le raccomandazioni dell'Halmed (regolatore nazionale sui farmaci - ndr) e dell'Ema, che allo stesso modo ha avviato la procedura di verifica", le parole di Plenkovic citate in un messaggio dall'account ufficiale su Twitter del governo croato.

"Siamo più che pronti a ordinarlo", ha sottolineato il capo del governo croato. 

Il 2 marzo il ministro della Salute croato Vili Beros ha confermato all'Ambasciata russa a Zagabria l'interesse delle autorità del Paese ad acquistare il vaccino Sputnik V.

In precedenza, la missione diplomatica aveva riferito a Sputnik che cittadini croati e russi che vivono nel Paese contattano ogni giorno per scoprire come ottenere il vaccino anti-Covid di sviluppo russo.

Il vaccino russo Sputnik V contro il coronavirus a San Marino - Sputnik Italia, 1920, 03.03.2021
Presidente Aifa Giorgio Palù elogia vaccino russo Sputnik V: funziona e senza effetti collaterali

Oggi l'Agenzia europea per i medicinali ha iniziato la "rolling review" del vaccino anti-Covid russo Sputnik V. 

Il vaccino Sputnik V

L'11 agosto scorso la Russia ha registrato il suo primo vaccino contro il Covid-19, chiamato Sputnik V e sviluppato dagli scienziati del Centro di Epidemiologia e Microbiologia "Gamaleya".

Il vaccino è costituito da due componenti e il vettore utilizzato per indurre la risposta immunitaria dell'organismo si basa su un adenovirus umano. Il vaccino viene somministrato due volte, in un intervallo di 21 giorni. All'inizio di febbraio uno studio pubblicato dalla rivista Lancet ha confermato che l'efficacia dello Sputnik V è vicina al 92%.

Lo Sputnik V è stato approvato in 42 Paesi: Russia, Bielorussia, Argentina, Bolivia, Serbia, Algeria, Palestina, Venezuela, Paraguay, Turkmenistan, Ungheria, Emirati Arabi, Iran, Repubblica di Guinea, Tunisia, Armenia, Messico, Nicaragua, Repubblica Serba della Bosnia ed Erzegovina, Libano, Myanmar, Pakistan, Mongolia, Bahrain, Montenegro, Saint Vincent e Grenadine, Kazakistan, Uzbekistan, Gabon, San Marino, Ghana, Siria, Kirghizistan, Guyana, Egitto, Honduras, Guatemala, Moldova, Slovacchia, Angola, Congo e Gibuti.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала