Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

USA, Blinken: "Relazioni con Cina per noi più grande test geopolitico del 21° secolo"

© AP Photo / Susan WalshIl Segretario di Stato USA Anthony Blinken
Il Segretario di Stato USA Anthony Blinken - Sputnik Italia, 1920, 03.03.2021
Seguici su
Mercoledì il Segretario di Stato americano Antony Blinken ha definito le relazioni degli Stati Uniti con la Cina il più grande test geopolitico per Washington nel ventunesimo secolo e che deve essere affrontato da una posizione di forza.

Nel suo primo importante discorso di politica estera, Blinken ha chiesto di rivitalizzare le alleanze degli Stati Uniti e di coinvolgere nuovamente le istituzioni internazionali per trattare con la Cina, che ha descritto come l'unica nazione in grado di "sfidare seriamente" l'ordine globale.

"Diversi paesi ci presentano sfide serie, tra cui Russia, Iran, Corea del Nord. E ci sono gravi crisi che dobbiamo affrontare, anche in Yemen, Etiopia e Birmania, ma la sfida posta dalla Cina è diversa. Si tratta dell'unico Paese con il potere economico, diplomatico, militare e tecnologico per sfidare seriamente il sistema internazionale stabile e aperto, tutte le regole, i valori e le relazioni, che fanno funzionare il mondo come noi vogliamo", ha detto.

Blinken ha promesso di rendere il rapporto degli Stati Uniti con la Cina "competitivo quando dovrebbe essere, collaborativo quando può essere e contraddittorio quando deve essere".

Il Segretario di Stato ha sottolineato che "il denominatore comune è la necessità di impegnare la Cina da una posizione di forza e ciò richiede di lavorare con alleati e partner, non denigrandoli, perché il nostro peso combinato è molto più difficile da ignorare per la Cina".

Blinken ha affermato che un tale approccio richiede l'impegno nella diplomazia e nelle organizzazioni internazionali, dato che la Cina ha sostituito gli Stati Uniti dove si sono ritirati.

"È necessario difendere i nostri valori quando i diritti umani vengono violati nello Xinjiang o la democrazia viene calpestata a Hong Kong, perché se non lo facciamo la Cina agirà con ancora maggiore impunità", ha aggiunto.

Blinken ha indicato le relazioni degli Stati Uniti con la Cina tra le otto principali priorità di politica estera dell'amministrazione Biden. Le altre sono: sconfiggere la pandemia di coronavirus; ricostruire l'economia globale; creare un sistema di immigrazione umano ed efficace; rivitalizzare le alleanze; affrontare la crisi climatica; assicurare la leadership tecnologica degli Stati Uniti; sostenere le democrazie in tutto il mondo.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала