Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La coalizione araba intercetta e distrugge un drone lanciato verso l'Arabia Saudita

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaUn drone nell'obiettivo
Un drone nell'obiettivo - Sputnik Italia, 1920, 03.03.2021
Seguici su
Le forze della coalizione saudita hanno distrutto un drone Houthi lanciato verso la regione meridionale del Regno, ha riferito la televisione di stato saudita.

Riyadh e i suoi alleati sono in guerra con il movimento Houthi (Ansar Allah) dal marzo 2015 e, nonostante la vasta superiorità militare e tecnologica, finora non sono riusciti a far ritirare la milizia sciita dalle sue roccaforti nello Yemen occidentale. Negli ultimi anni, gli Houthi hanno lanciato centinaia di missili balistici e droni esplosivi contro l'Arabia Saudita.

Il portavoce della coalizione, il generale Turki Al-Maliki, ha confermato che un drone esplosivo era stato intercettato e distrutto.

Al-Maliki ha affermato che la coalizione sta monitorando l'attività ostile degli Houthi che spesso utilizza tali droni con trappole esplosive e sta adottando le misure necessarie per neutralizzare le minacce.

Droni Houthi e attacchi missilistici sono un evento comune nelle regioni meridionali dell'Arabia Saudita, con la milizia che prende di mira basi militari, aeroporti, infrastrutture petrolifere, difese missilistiche e città. Martedì, la coalizione ha rilasciato una clip che mostra presumibilmente il momento dell'intercettazione e della distruzione del drone.

​Nel tweet è scritto: "Il commando congiunto della coalizione mostra filmati dell'intercettazione e della distruzione di un drone con trappole esplosive lanciato contro il Regno oggi, martedì, dalla milizia terroristica Houthi sostenuta dall'Iran, per prendere di mira obiettivi civili in modo sistematico e deliberato".

Gli Houthi non sono l'unica parte che utilizza i droni. Lunedì, la milizia ha riferito di aver intercettato e abbattuto un veicolo aereo senza pilota appartenente alla coalizione a guida saudita sulla regione di al-Hudaydah al confine con il Mar Rosso. La coalizione è nota per utilizzare nello Yemen droni CH-4 di fabbricazione cinese in grado di trasportare fino a sei missili, con carico utile fino a 250-345 kg, e 40 ore di autonomia di volo.

​L'Arabia Saudita e altre nazioni per lo più del Golfo Persico sono intervenute nella guerra civile yemenita il 25 marzo 2015, cercando di ripristinare il governo spodestato del presidente Abdrabbuh Mansur Hadi, che è fuggito a Riyadh dopo una rivolta popolare guidata dagli Houthi in Saana nel fine 2014.

Riyadh aveva messo insieme un nuovo "governo di unità" composto da rappresentanti del governo Hadi e del cosiddetto Consiglio di transizione meridionale, un gruppo secessionista con sede ad Aden che aveva combattuto sia le forze Houthi che quelle Hadi in passato, alla fine del 2020.

Matteo Renzi - Sputnik Italia, 1920, 02.03.2021
Polemiche sulla visita di Renzi in Arabia Saudita, ma lui si difende: "Sono ossessionati da me"
Membri del nuovo governo erano arrivato ad Aden alla fine di dicembre, per essere colpiti da un massiccio attacco missilistico all'aeroporto appena atterrati. Riyadh ha incolpato gli Houthi per l’attacco ma questi, a loro volta, hanno negato ogni responsabilità affermando che sarebbero stati gli stessi sauditi ad aver deciso di liquidare il proprio governo ‘fantoccio’.

La guerra guidata dai sauditi nello Yemen si avvicina al suo sesto anniversario. Nonostante la schiacciante superiorità numerica, equipaggiamento militare e finanze, la coalizione finora non è riuscita a raggiungere il suo obiettivo di cacciare gli Houthi dalla loro roccaforte dello Yemen occidentale.

Si calcola che la guerra in Yemen abbia ucciso ben 233mila persone, sia nei combattimenti che a seguito della crisi umanitaria causata dal conflitto e dal blocco della coalizione delle aree del Paese controllate dagli Houthi. Le Nazioni Unite stimano che tre quarti della popolazione del paese abbia ancora un disperato bisogno di cibo e assistenza medica di base.

Negli ultimi cinque anni Stati Uniti e altre nazioni occidentali hanno fornito assistenza per le armi alla coalizione guidata dai sauditi. L'amministrazione Trump ha classificato gli Houthi tra i gruppi terroristici nelle ultime settimane in carica. L'amministrazione Biden ha annullato tale catalogazione e interrotto la vendita di 760 milioni di dollari in munizioni destinate al Regno.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала