Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Caso Navalny, Ue colpisce la Russia con sanzioni individuali

© Sputnik . Vladimir Sergeev / Vai alla galleria fotograficaBandiere dell'UE e della Russia.
Bandiere dell'UE e della Russia. - Sputnik Italia, 1920, 02.03.2021
Seguici su
In precedenza Mosca aveva avvertito di riservarsi il diritto di rispondere alle sanzioni della Ue "illegali e autolesioniste" sul caso Navalny.

La Ue imporrà sanzioni contro personaggi russi "di alto profilo" a seguito della vicenda che ruota attorno all'arresto e condanna del blogger e oppositore Alexey Navalny, secondo la Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Le sanzioni individuali di Bruxelles colpiranno in particolare il procuratore generale russo Igor Krasnov, il direttore del Comitato Investigativo Alexander Bastrykin, il direttore del sistema penitenziario russo Alexander Kalashnikov e il direttore della Guardia Nazionale Viktor Zolotov.

Il portavoce del Cremlino ha dichiarato all'inizio della giornata che la politica sanzionatoria contro la Russia è destinata a fallire. 

Amnesty International  - Sputnik Italia, 1920, 24.02.2021
Amnesty International non considera più Navalny un ‘prigioniero di coscienza’

Navalny trascorrerà poco più di 2 anni e mezzo in carcere dopo che la sua condanna sospesa con la condizionale è stata tramutata in una vera e propria pena detentiva. Il blogger è stato arrestato a Mosca a gennaio per molteplici violazioni della libertà vigilata a seguito della condanna ricevuta per il caso di frode su Yves Rocher nel 2014.

La scorsa settimana il capo della diplomazia Ue Josep Borrell ha affermato che i ministri degli Esteri degli Stati membri avevano concordato di espandere le sanzioni contro la Russia per il caso Navalny.

Il 20 agosto scorso Alexey Navalny si è sentito male in aereo mentre si recava a Mosca. Dopo essere stato curato nella città siberiana di Omsk, è stato trasferito all'ospedale Charite di Berlino per ulteriori cure. Il governo tedesco ha detto che i medici hanno trovato tracce di un agente nervino del gruppo Novichok nel suo organismo. Mosca ha risposto sottolineando la mancanza di prove nelle affermazioni di Berlino e osservando che i medici russi non avevano trovato sostanze tossiche.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала