Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Boccia: "Chi dice che Conte è il passato sbaglia. Renzi? Ha portato la destra al governo"

© Foto : CC-BY-NC-SA 3.0 ITIl Ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia
Il Ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia - Sputnik Italia, 1920, 28.02.2021
Seguici su
Nel suo contributo al Corriere della Sera l'ex ministro ha affrontato diverse questioni tra cui il possibile ruolo di Giuseppe Conte nella politica italiana, l'operato di Matteo Renzi ma anche il futuro del PD.

"Chi dice che Conte è il passato non solo è ingeneroso, ma sbaglia". Ad affermarlo in un'intervista al Corriere della Sera è l'ex ministro degli Affari Regionali del governo Conte II, Francesco Boccia.

"Significa non capire il sentimento popolare che c’è intorno all’esperienza umana e politica che abbiamo fatto. Basta farsi un giro nei nostri circoli e nei quartieri popolari per capirlo", sono state le parole dell'esponente dem.

Per quanto riguarda le possibilità dell'ex premier Conte di andare a ricoprire il ruolo di federatore o leader del Movimento 5 Stelle, Boccia non si sbilancia, tornando però ad indicare l'avvocato del popolo come un possibile "valore aggiunto di una coalizione di centrosinistra".

Non manca un attacco, neanche tropo velato, a Matteo Renzi, con il leader di Italia Viva che viene accusato di aver riportato la destra al governo:

"Il dato oggettivo è che ha portato la destra al governo del Paese, sia pure un governo di unità nazionale. E lo ha fatto tradendo gli elettori del Pd, perché lui e i parlamentari di Italia viva sono stati eletti da una comunità che non avrebbe mai consentito il ritorno della destra al governo. Renzi lo rimuove, ma è in Parlamento con i voti del Pd", ha incalzato Boccia.
Giuseppe Conte, sullo sfondo il portavoce Rocco Casalino - Sputnik Italia, 1920, 28.02.2021
Stretto riserbo sull’incontro da Grillo per la guida M5S. Patuanelli: “Conte è leader naturale”

Sul futuro del suo partito, Massimo Boccia auspica per il PD una svolta che possa portare ad una nuova stagione politica:

"Ripartendo dal lavoro di Zingaretti abbiamo bisogno di diventare un partito nuovo, non un nuovo partito, come disse Togliatti nel ‘44. Oggi come allora è necessario portare gli ultimi dalla protesta al governo", è stato il suo appunto.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала