Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Barcellona, 10 manifestanti arrestati durante le proteste per l'arresto di Pablo Hasél

© REUTERS / Susana VeraСторонники сторонников рэпера Пабло Хазеля на акции протеста в Мадриде, Испания
Сторонники сторонников рэпера Пабло Хазеля на акции протеста в Мадриде, Испания - Sputnik Italia, 1920, 28.02.2021
Seguici su
Il rapper antifascista è stato condannato a nove mesi di carcere per le sue canzoni contro la monarchia e per alcuni post pubblicati sulle reti sociali. Il suo arresto ha infiammato le piazze e le proteste si sono trasformate in vere e proprie rivolte.

I Mossos de Esquadra, la polizia catalana, hanno comunicato l'arresto di 10 manifestanti durante le proteste per la carcerazione di Pablo Hasel, il rapper antifascista arrestato con un blitz all'università di Lleida lo scorso 16 febbraio.

Gli arrestati sono ritenuti responsabili dell'aggressione alle forze dell'ordine, "atti violenti e vandalici, avvenuti a Barcelllona" sabato notte, scrive la polizia in un comunicato pubblicato su Twitter. Uno degli arresti sarebbe legato all'incendio di un furgone della polizia nella capitale catalana.

Le proteste, che proseguono dal giorno dell'arresto di Hasel, si sono trasformate in vere e proprie rivolte contro l'estabilishment, con i manifestanti che chiedono riforme e diritti sociali e barricate per le strade delle principali città della Catalogna, dove è forte il sentimento indipendentista da Madrid. Le proteste hanno raggiunto pure la capitale spagnola. 

La Catalogna in protesta

Un'altra notte di proteste è andata in scena a Barcellona, con numerosi scontri tra polizia e manifestanti. Le forze dell'ordine accusano i dimostranti di atti di violenza e teppismo. In precedenza anche il sindaco di Barcellona, Ada Colau, e il primi ministro spagnolo, Pedro Sanchez, hanno stigmatizzato la violenza dei manifestanti. 

Ma l'arresto di un rapper per dei reati di opinione divide l'intero Paese e la rabbia ha contagiato le piazze di altre città. 

Questo sabato, infatti, si sono tenute manifestazioni a LLeida, Tarragona e altre città catalane per chiedere la liberazione di Pablo Hasel. I manifestanti protestano contro la repressione della libertà di opinione e chiedono riforme sociali, come gli alloggi per tutti, in un momento cruciale per il Paese, attraversato da una profonda crisi sociale, sanitaria ed economica dovuta al Covid-19. 

Secondo i servizi di emergenza del Dipartimento della Salute della Catalogna, almeno cinque persone sono rimaste ferite durante le proteste di sabato, quattro a Barcellona e una a Lleida.

L'arresto di Pablo Hasél

Il rapper catalano è stato accusato e condannato per il reato di ingiuria alla corona spagnola e incitamento del terrorismo. I giudici hanno ritenuto oltraggioso il testo di una sua canzone intitolata "Juan Carlos el Bubon", in cui viene preso di mira il re emerito finito poi in uno scandalo finanziario con l'Arabia Saudita.

Демонстрант бросает мусорное ведро во время протеста сторонников рэпера Пабло Хазеля в Мадриде, Испания - Sputnik Italia, 1920, 20.02.2021
Catalogna, quattro persone detenute durante le proteste per la detenzione di Pablo Hasél - Video

Inoltre alcuni dei suoi testi sarebbero un incitamento al terrorismo per alcuni riferimenti indiretti all'organizzazione GRAPO (Grupos de Resistencia Antifascista Primero de Octubre), ritenuta terroristica dalla Spagna. 

Tra le carte dell'accusa comparirebbero anche una sessantina di tweet pubblicati negli anni passati. Questi reati di opinione sono costati al rapper una condanna a 9 mesi nel 2018, ma Hasél restare in carcere più a lungo dopo la decisione della Audiencia di respingere il ricorso contro una sentenza di condanna a due anni e mezzo emessa dal tribunale di Lleida. 

Il rapper è stato arrestato martedì 16 febbraio durante un blitz della polizia catalana all'università di Lleida, dove Hasél si era barricato assieme ad altri antifascisti. 

La sua detenzione per reati d'opinione ha scosso l'opinione pubblica spagnola, spingendo personalità come Pedro Almodovar e Javier Barden a firmare una petizione per la sua scarcerazione. 

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала