Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid, indossare male la mascherina può causare la sindrome dell'occhio secco

© Sputnik . Evgeny UtkinDiverse mascherine
Diverse mascherine - Sputnik Italia, 1920, 27.02.2021
Seguici su
Gli oculisti mettono rilevano che il prolungato o scorretto utilizzo della mascherina comporta l'insorgenza della sindrome dell'occhio secco.

La sindrome dell'occhio secco (Ded) è in costante aumento e dopo i 50 anni ne soffre tra il 20 e il 30% della popolazione, con un'incidenza quasi doppia nelle donne. Ma l'emergenza Covid la necessità di usare la mascherina ha peggiorato la situazione, tanto che è stata coniata una nuova espressione "Mask-associated dry eye".

Secondo quanto affermato alla Nazione dall'oculista presso l'Azienda ospedaliera universitaria Careggi di Firenze Rita Mencucci, se indossata male la mascherina può avere effetti ancora più negativi per lo sviluppo di questa sindrome in quanto provoca un flusso di aria che risale a pressione dalla bocca verso l'occhio, aumentando la secchezza della superficie oculare.

I soggetti maggiormente a rischio sono videoterminalisti, i portatori di lenti a contatto, le donne in menopausa.

"E' importante indossare la mascherina correttamente in modo che aderisca perfettamente al volto, utilizzare lacrime artificiali e durante l'utilizzo del videoterminale seguire la regola del 20-20-20, cioè ogni 20 minuti fare una pausa di 20 secondi, guardando a 20 piedi (circa 6 metri), cioè lontano" raccomanda la specialista.
© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaOcchiali e mascherina
Covid, indossare male la mascherina può causare la sindrome dell'occhio secco - Sputnik Italia, 1920, 27.02.2021
Occhiali e mascherina

Cosa è la sindrome dell'occhio secco

L’occhio è circondato da una sottile pellicola (film lacrimale) che ha una composizione molto complessa ricca di numerose sostanze nutritive e protettive e senza la quale l'occhio non potrebbe muoversi. 

L’eccessiva evaporazione lacrimale o dislacrimia è provocata dall’ostruzione o dal malfunzionamento delle ghiandole di Meibomio che si trovano nelle palpebre. La ridotta produzione lacrimale o ipolacrimia, invece, si verifica quando le ghiandole lacrimali non creano una quantità sufficiente di soluzione acquosa in grado di mantenere l’umidità oculare.

La sindrome dell'occhio secco è uno degli strascichi più importanti dopo un intervento di cataratta. Anche quando l'intervento è perfettamente eseguito e riuscito, comporta in circa il 30% dei pazienti l'insorgenza della sindrome.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала