Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid USA, variante in California e New York preoccupano

© AFP 2021 / Timothy A. ClaryСтатуя быка на Уолл-стрит, США
Статуя быка на Уолл-стрит, США - Sputnik Italia, 1920, 25.02.2021
Seguici su
Preoccupano negli Stati Uniti d'America due varianti del coronavirus individuate da mesi, ma che di recente sono diventate prevalenti ai due estremi del Paese.

Negli Stati Uniti individuate due varianti che preoccupano lo Stato della California e New York.

Una forma nuova del coronavirus, cioè una sua variante, si sta diffondendo rapidamente nella città di New York, riporta il New York Times. Secondo le prime informazioni disponibili la variante sarebbe oggetto di ricerca da parte degli esperti, i quali non hanno ancora la certezza se gli attuali vaccini sono efficaci o meno.

© REUTERS / Leah MillisIl vicepresidente Usa Kamala Harris sottoposta all'inoculazione della seconda dose del vaccino Moderna
Covid USA, variante in California e New York preoccupano - Sputnik Italia, 1920, 25.02.2021
Il vicepresidente Usa Kamala Harris sottoposta all'inoculazione della seconda dose del vaccino Moderna

La nuova variante di New York è stata chiamata B.1.526 ed è presente nella città da novembre, ma dalla metà del mese di febbraio essa appare essere presente in un caso di positività su quattro.

Studiano la variante sia il Caltech, che la Columbia Univesity, che hanno reso pubbliche le prime evidenze scientifiche in due studi differenti riporta il New York Times.

La variante in California del coronavirus

La campagna di vaccinazione in Serbia con il vaccino Sputnik V - Sputnik Italia, 1920, 22.02.2021
Rezza: "Varianti Covid preoccupano, vaccinare il più possibile"
Nel frattempo anche dalla California giunge notizia di una variante che viene classificata dagli scienziati come B.1.427/B.1.429. Secondo le prime informazioni disponibili non sarebbe più contagiosa, ma potrebbe essere potenzialmente più mortale riporta la Cnn.

La variante californiana del coronavirus è oggetto di studio da parte della University of California, San Francisco (UCSF).

La variante, rintracciata già lo scorso mese di settembre non aveva destato particolare attenzione ma da gennaio sembra essere la causa della metà dei contagi nello Stato.

In questo caso gli scienziati hanno evidenziato una mutazione diversa rispetto a quella avvenuta nella variante inglese e nella variante del Sudafrica.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала