Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Calcioscommesse, Beppe Signori vince in tribunale: assolto con formula piena

© AFP 2021 / Olivier MorinBeppe Signori
Beppe Signori - Sputnik Italia, 1920, 23.02.2021
Seguici su
L'ex attaccante di Foggia, Lazio e Bologna, vicecampione del mondo con la nazionale ad Usa 94, non ha truccato la partita Piacenza-Padova: è stato scagionato con formula piena perché il "fatto non sussiste".

Beppe Signori è uscito pulito e assolto con formula piena perchè "il fatto non sussiste" dopo una battaglia legale durata ben 10 anni, in cui l'ex attaccante, proclamando sempre la sua innocenza, ha dovuto difendersi dalla pesante accusa di aver truccato la partita Piacenza e Padova del 2 ottobre 2010 nel filone piacentino dell'inchiesta sul Calcioscommesse.

"Dopo dieci anni è finita, anche se io e il mio avvocato non avevamo mai avuto dubbi sulla mia innocenza. In qualche modo vengo ripagato, giustizia parziale è stata fatta, perché comunque questi anni non me li restituirà più nessuno, è una rivincita e speriamo che sia la prima di una lunga serie. Io ho fatto tutto questo per essere riabilitato a livello sportivo. E’ una prima vittoria, spero che ne arrivino altre", le parole di Signori fuori dal tribunale del capoluogo emiliano appena dopo che i giudici avevano pronunciato la sentenza di assoluzione.

L'ex attaccante esploso nel Foggia di Zeman, uno dei bomber più prolifici della Serie A con 188 gol, nono marcatore di sempre e vincitore di 3 titoli di capocannoniere con la maglia della Lazio, ha sottolineato con un post sui social la formula di assoluzione "perchè il fatto non sussiste".

Da notare che durante il processo Beppe Signori, difeso dall’avvocato bolognese Patrizia Brandi, aveva rinunciato alla prescrizione convinto dell'infondatezza delle accuse.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала